Skip to content

L’ex guardia giurata ora sorveglia i bambini

di Luisa Trezza
Il pensionato Antonio Sorrentino da tre anni ogni mattina è davanti alla scuola “De Filippo”
L’ex guardia giurata ora sorveglia i bambini

Quella di Antonio Sorrentino, pensionato 70enne di Sant’Egidio del Monte Albino, è la storia di come si possa dare un contributo generoso e spassionato alla propria comunità senza aspettarsi nulla in cambio. Da 3 anni, l’ex guardia giurata dipendente di una società che si occupava di portavalori, ha deciso che non poteva starsene in casa ad oziare, ma che poteva ancora essere utile alla comunità. E così ha deciso di diventare un nonno vigile. Tutte le mattine Antonio, soprannominato “nonno angelo”, con qualunque tipo di tempo, pioggia, sole, grandine o vento, è dinanzi al plesso di via Coscioni, dell’Istituto Comprensivo “Eduardo De Filippo”, alla frazione San Lorenzo. Il suo compito è quello di vegliare sulla sicurezza dei bambini ma anche su coloro che li accompagnano a scuola.

La storia di Antonio non è sfuggita nè alla direzione scolastica nè al Comune, entrambi grati al nonno vigile per l’importante contributo offerto. A gratificazione dell’impegno profuso, il sindaco La Mura ha voluto che sul muro esterno della scuola venisse apposta una piccola sagoma in ceramica che raffigura proprio Antonio Sorrentino ed i suoi bambini. «In tanti, spesso, mi chiedono perché lo faccio – racconta – ma per me non è assolutamente un peso, anzi. Sono nonno di tre nipotini e rendendomi conto delle difficoltà che spesso si incontrano proprio dinanzi le scuole, ho deciso di dare una mano. Tutte le mattine, alle 7.30, sono già al mio posto, ad accogliere i docenti, poi arrivano i bambini con lo scuolabus ed infine quelli accompagnati dai familiari, sia a piedi che in auto. Non nascondo che c’è un bel da fare, ma sono felice di essere diventato, per tutti, un punto di riferimento. La mia ricompensa? Sono i sorrisi dei bambini ma soprattutto la loro sicurezza».

Antonio resta al suo posto almeno fino alle 9: a quell’ora arrivano i bimbi della scuola dell’infanzia. Poi va a casa ma alle 13 ritorna dinanzi la scuola per l’uscita e vi rimane fino alle 13.40 circa. Un impegno quotidiano al quale il “nonno angelo” non è mai mancato. La sua è una presenza fissa e rappresenta, per tutti, una grande sicurezza. In passato, infatti, il nonno vigile ha anche allontanato presenze sospette ed oggi rappresenta un deterrente per ogni eventuale malintenzionato. Tutti sanno che c’è Antonio a vigilare e a tenere gli occhi ben aperti sulla scuola e sui ragazzini.

Leggi anche