Skip to content

Barriere architettoniche nelle scuole, niente fondi dalla Regione

Campania, l'U.Di.Con. chiede un incontro sulle misure per garantire l'accessibilità a tutti gli studenti
Barriere architettoniche nelle scuole, niente fondi dalla Regione

La Regione Campania non ha stanziato somme per alimentare il fondo regionale per l’eliminazione delle barriere architettoniche delle strutture pubbliche o di interesse pubblico. È di fatto questa la risposta data dagli uffici della Regione Campania all’U.Di.Con Unione per la Difesa dei Consumatori, sede regionale Campania, che nei giorni scorsi ha chiesto lumi sulle iniziative intraprese o da intraprendere per garantire il diritto allo studio per gli studenti con disabilità. “A fronte di tale affermazione della Direzione Generale 18 per i Lavori pubblici e la Protezione Civile, l’U.Di.Con Campania ha chiesto all’organo di indirizzo politico della Regione Campania un immediato confronto sulle misure e i provvedimenti attuabili nel più breve tempo possibile al fine di garantire l’accessibilità presso gli Istituti scolastici prescelti agli alunni con handicap, affinché venga tutelato il diritto allo studio, in considerazione dell’importanza pregnante della problematica sollevata che non può in nessun caso essere ignorata“.

Il report

In attesa di un auspicato riscontro, che raccolga l’ottica di fattiva collaborazione. Si ricorda che il rapporto Istat sull’Inclusione scolastica degli alunni con disabilità 2022-2023, presentato il 2 febbraio, ha rilevato, a livello nazionale, che appena il 40% degli istituti scolastici in Italia è accessibile ai ragazzi con disabilità motoria. In tale ambito, la Regione Campania, si distingue per la più bassa presenza di scuole prive di barriere fisiche (solo 30% delle scuole)“.

Leggi anche