Skip to content

I baby vandali ora sfasciano pure le auto

di Eleonora Tedesco
I baby vandali ora sfasciano pure le auto

Probabilmente indispettiti per essere stati cacciati da un noto locale di via Roma, un gruppo di minorenni ha deciso di sfogare la rabbia o chissà che frustrazione sfasciando su una macchina in sosta. L’episodio è stato denunciato da una cittadina sul gruppo Facebook “Comitato territoriale Salerno mia”, corredando il post con la foto della vettura con i finestrini completamente distrutti. Tra l’altro, il dato che emerge con maggiore preoccupazione è che si tratterebbe di giovanissimi e non sarebbe nemmeno un episodio isolato. «Ogni venerdì e ogni sabato si ripete sempre lo stesso problema: ragazzi, per di più minorenni, annoiati e senza nulla da fare, si dedicano ad atti di devastazione e risse continue», spiega Dario Renda, uno degli amministratori della pagina social.

Al centro storico, in particolare, oltre ai portici di via Roma questi gruppetti si ritrovano a Santa Teresa, sul Lungomare, o, anche a San Pietro a Corte mentre più in periferia si concentrano su via Allende. «La mattina non solo troviamo rifiuti di ogni genera ma soprattutto registriamo di seri problemi di ordine pubblico. Che ci sia una serie difficoltà di rapporti e di gestione della violenza che serpeggia tra i giovanissimi – riflette Renda – non è certo un problema che riguarda soltanto Salerno ma tante città italiane e, probabilmente, questo fenomeno va affrontato dal punto di vista sociale e di supporto psicologico». A differenza della altre città d’Italia, che, continua Renda, «si stanno attrezzando con maggiori controlli e più presidi delle forze dell’ordine sul territorio, invece, a Salerno, dopo una certa ora non c’è più alcuna forma di controllo: la polizia non si vede e la municipale è pesantemente sotto organico, quindi non può essere presente».

Leggi anche