Skip to content

Lascia la Chiesa per amore e si candida a fare il sindaco

di Francesco Ienco
L’annuncio sui social di Antonio Romano ex parroco a Chiusano San Domenico
Lascia la Chiesa per amore e si candida a fare il sindaco

Innamorato e ora anche aspirante sindaco. Antonio Romano, già “don”, che ha rinunciato all’abito talare per sposarsi, ha un nuovo traguardo davanti a sé: la fascia tricolore. L’ormai ex sacerdote, originario di Mercato San Severino da 23 anni a Chiusano San Domenico, ha annunciato la volontà di correre alle amministrative del comune avellinese che si terranno l’8 e 9 giugno. Lo ha fatto come di consueto con un lungo messaggio ai suoi sostenitori, in cui ha spiegato le ragioni di una scelta ancora una volta di rottura, paragonabile a quella che solo due settimane fa aveva scatenato un vero e proprio terremoto nella comunità chiusanese.

«Vi annuncio, ufficialmente, la mia candidatura a sindaco – esordisce Romano – Con la mia “auto sospensione a divinis” sono diventato un comune cittadino e, non avendo impedimenti o incompatibilità, posso legittimamente concorrere alle cariche pubbliche. Non ho pretese, né presumo di vincere. Sono ispirato solo da ideali di giustizia, di verità, di onestà, di lealtà, di equità, di coerenza e di libertà. Ho deciso di partecipare alla competizione perché penso di poter dare ancora tanto alla comunità di Chiusano da cui ho ricevuto molto». La chiama una seconda vocazione, quella per la politica, un «servizio per la crescita del bene comune, ma anche l’occasione per far conoscere le mie idee e le mie iniziative a quante più persone possibile. Amministrare un paese non è facile, ma io accetto la sfida».

Leggi anche