Skip to content

Cirielli contro De Luca: «Escalation di insulti, il Pd lo aiuti»

Il vice ministro: «Il governatore vive ormai in un mondo tutto suo»
Cirielli contro De Luca: «Escalation di insulti, il Pd lo aiuti»

«Giunto il momento del “redde rationem”, in vista delle elezioni regionali del 2025, De Luca ha dovuto iniziare a rendere conto del proprio operato, della propria amministrazione e gestione della Regione Campania negli ultimi nove anni. Incapace di spendere le risorse precedentemente assegnate, rilancia chiedendone ulteriori per provare a ricattare sindaci e amministratori locali. Appare sempre di più un maldestro giocatore di poker; nessuno abbocca più ai suoi bluff». Lo dichiara il vice ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l’onorevole Edmondo Cirielli.

«Ormai, chiunque sottolinea la sua completa inadeguatezza al ruolo e i suoi più clamorosi fallimenti diventa suo nemico sul quale riversa cruenti insulti – ha aggiunto Cirielli –. L’escalation di insulti proferiti contro esponenti del Governo, accompagnati perfino ad un invito alla resistenza armata, hanno indignato molti colleghi parlamentari al livello nazionale. Io, che lo conosco molto bene, sono sinceramente preoccupato», ha precisato il vice ministro. «De Luca ha varcato il Rubicone e ormai vive in un mondo tutto suo, in preda alle allucinazioni. Crede in quello che dice. Insomma, una condizione che gli esperti potrebbero definire come un’autentica pseudologia fantastica», sottolinea Cirielli. «L’unica cosa che posso fare, essendo un caso umano, è rivolgermi a chi gli vuole bene, ma anche al suo partito: “aiutatelo”», conclude Cirielli

Leggi anche