Skip to content

Lettera con minacce a Gratteri: un arresto della Mobile di Salerno

Disposta la custodia cautelare per Salvo Gregorio Mirarchi, già condannato per armi e droga
Lettera con minacce a Gratteri: un arresto della Mobile di Salerno

Minacce al procuratore Nicola Gratteri: nuovo arresto per un 33enne calabrese. Gli agenti della Squadra Mobile di Salerno e di Catanzaro hanno eseguito un’ordinanza, emessa su richiesta della Procura di Salerno dal Giudice per le Indagini Preliminari salernitano, con la quale è stata disposta la custodia cautelare in carcere nei confronti di Salvo Gregorio Mirarchi, pregiudicato per armi e droga, accusato ora di minaccia a pubblico ufficiale aggravata dal metodo mafioso.

Le perizie sulla missiva

Le indagini hanno preso le mosse da una lettera pervenuta presso la Procura di Catanzaro diretta nei confronti di Nicola Gratteri, all’epoca dei fatti Procuratore di Catanzaro, nella quale un anonimo formulava gravi minacce di morte nei confronti del magistrato e di un Sostituto Procuratore, per il caso in cui, entro la fine del 2023, il suo autore non fosse stato liberato dallo stato di custodia in carcere in cui si trovava. Dall’analisi dei riferimenti presenti nel testo della lettera minatoria – si legge in una nota del procuratore Giuseppe Borrelli – la polizia giudiziaria individuava l’indagato come suo possibile autore e, per avene conferma, la Procura di Salerno ha disposto l’effettuazione di due diverse consulenze grafologiche da parte della Polizia Scientifica su due diversi missive da lui provenienti. A settembre, nell’ambito del processo “The Keys”, Mirarchi è stato condanna a 8 anni di carcere.

Leggi anche