Skip to content

Oliveto Citra, salme trasportate da infermieri: è polemica

Il Nursind contesta la disposizione: «Illegittima e lesiva della dignità del personale dell'ospedale»
Oliveto Citra, salme trasportate da infermieri: è polemica

Il Nursind Salerno, tramite il suo segretario generale Biagio Tomasco e il coordinatore del Nursind provinciale per l’Asl Salerno, Giovanni Aspromonte, esprime preoccupazione in merito alla recente disposizione riguardante il trasporto delle salme del personale infermieristico all’ospedale di Oliveto Citra.

Le accuse

La disposizione è ritenuta “non solo palesemente illegittima ma anche altamente lesiva nei confronti del personale sanitario, che giorno dopo giorno svolge il proprio lavoro con dedizione e competenza. La questione assume una connotazione particolarmente delicata alla luce delle affermazioni generiche riguardanti la correttezza del personale dell’ospedale di Oliveto Citra, lasciando spazio a dubbi sulla trasparenza delle interlocuzioni non autorizzate con attività private e commerciali. Un ulteriore aspetto rilevante è la violazione della missione dell’infermiere, il cui ruolo è incentrato sull’erogazione di salute ai vivi e non ai morti. La disposizione in questione non solo configura un demansionamento conclamato ma costituisce anche un vilipendio della professione infermieristica, imponendo al personale dei compiti estranei al proprio profilo professionale”.

La richiesta

Il Nursind Salerno, dunque, ribadisce “la richiesta urgente di revocare immediatamente la suddetta disposizione. “La recente disposizione riguardante il trasporto delle salme ha suscitato profonda preoccupazione tra il nostro personale infermieristico. Riteniamo che tale misura non solo sia illegittima, ma anche lesiva nei confronti di professionisti che dedicano la propria vita al benessere altrui”.

Leggi anche