Skip to content

Titti Santulli eletta segretaria di Sinistra Italiana a Salerno

«Saremo ovunque ci sia la violazione dei diritti sociali e civili, ovunque l'ambiente sia violato, la sanità pubblica messa in discussione»
Titti Santulli eletta segretaria di Sinistra Italiana a Salerno

Domenica scorsa, il congresso provinciale di Sinistra Italiana ha eletto Titti Santulli segretaria del partito in provincia di Salerno. Pina Casella, Mirella Milite, Dina Gabriele, Peppe Sessa, Pier Paolo Patti,  Lello Masci e il Responsabile dell’Unione dei Giovani di Sinistra Paolo Napolitano, con il ruolo di coordinatore, sono i componenti della nuova segreteria.  Votata all’unanimità dall’assemblea congressuale, Titti Santulli è una figura centrale nel panorama della sinistra salernitana. Militante femminista, dirigente sindacale della Funzione Pubblica della Cgil, è da anni impegnata nell’Anpi e nel movimento per la Pace. 

Il programma di lavoro del nuovo gruppo dirigente locale del partito guidato da Nicola Fratoianni è netto, come ha dichiarato la segretaria Santulli: «Saremo ovunque ci sia la violazione dei diritti sociali e civili, ovunque l’ambiente sia violato, la sanità pubblica messa in discussione, ovunque sia violata l’umanità, perciò lotteremo per i diritti dei migranti, per la pace, contro il massacro del popolo palestinese. Con la passione della politica,  motore della storia. I populisti di ogni specie si vantano di parlare alla pancia delle persone, noi partiremo dai bisogni delle persone per parlare alle loro menti e ai loro cuori».

Leggi anche