Skip to content

Maxi Ztl in Costiera, arriva l’emendamento

Approda in Parlamento la richiesta dei sindaci per modificare il Codice della Strada e risolvere il problema del traffico
Maxi Ztl in Costiera, arriva l’emendamento

Una ztl senza precedenti quella che potrebbe nascere da una richiesta della Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi per la modifica al Codice della Strada ora accolta in Parlamento. L’attuazione di una zona a traffico limitato di tipo territoriale per la mitigazione del traffico sulle strade della “Divina” è infatti inserita tra gli emendamenti in discussione alla Camera. All’interno del numero 1435 (D.D.L. Sicurezza Stradale) è contenuta una specifica modifica dell’articolo 6 che prevede la “Regolamentazione della circolazione fuori dei centri abitati” del Codice della Strada (D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285), finalizzata all’introduzione della possibilità di istituire zone a traffico limitato territoriali. La modifica al Codice della Strada finalizzata all’attuazione di una ztl di tipo territoriale era già approdata in Commissione Trasporti della Camera. A confermarlo al presidente della conferenza dei sindaci della Costa d’Amalfi, Fortunato Della Monica, il direttore generale per la sicurezza stradale e l’autotrasporto del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, ingegnere Vito Di Santo.

La modifica

La richiesta era stata inviata dalla Conferenza dei Sindaci Costa d’Amalfi lo scorso 6 ottobre all’Ufficio del Gabinetto del Ministro. “Si tratta di un primo importante passo avanti verso l’attuazione di quanto da noi auspicato – sottolinea Della Monica – La modifica consentirebbe una soluzione strutturale all’annoso problema legato al surplus di veicoli sulla statale 163. Siamo certi che si possa creare un modello da replicare anche in altri territori di grande attrattività che soffrono gli effetti dannosi del sovraffollamento”.

Leggi anche