Skip to content

Uccide la moglie a coltellate poi decide di togliersi la vita

di Andrea Passaro
Lui pizzaiolo, lei impiegata in banca. La figlia 13enne era in casa ma non ha sentito le urla
Uccide la moglie a coltellate poi decide di togliersi la vita

Tragedia ieri mattina in via Donizetti ad Agropoli dove si è consumato un femminicidio – suicidio. Le vittime sono due coniugi: Vincenzo Carnicelli, di 63 anni che svolgeva il mestiere di pizzaiolo e sua moglie Annalisa Rizzo, di venti anni più giovane, che lavorava come impiegata bancaria. Annalisa sarebbe stata accoltellata da Vincenzo alla fine di un litigio violento. È questa l’ipotesi più credibile seguita dagli investigatori. Lei voleva andarsene, rifarsi un’altra vita. Lui era tornato dalla Germania, per tentare di ricucire il rapporto matrimoniale. Per convincere la moglie a ripartire. Nessuno tra i familiari immaginava un epilogo drammatico: le coltellate in casa, la morte di Annalisa, il suicidio di Vincenzo.

La figlia tredicenne orfana di padre e madre

Si tratta del primo femminicidio in provincia di Salerno, dall’inizio del 2024. Le indagini sono coordinate dai carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal capitano Giuseppe Colella. Si attendo i riscontri dell’esame esterno e dell’esame autoptico. I primi saranno disponibili già oggi. E riveleranno con quante coltellate Vincenzo ha colpito Annalisa. Quale è stato il fendente mortale. Per gli esami autoptici ci vorranno un paio di mesi. Vincenzo e Annalisa volevano separarsi. La coppia era in crisi. I familiari ne erano al corrente. Così come molti vicini di casa. Nessuno immaginava un epilogo così tragico. Le urla, i fendenti, il sangue. E la morte di entrambi. In casa con i genitori c’era la figlia 13enne che non ha sentito nulla. Dormiva, mentre i genitori litigavano, fino a uccidersi. A fare la macabra scoperta dei due cadaveri sono stati i genitori di Annalisa che abitano a pochi metri di distanza. La madre avrebbe tentato più volte di chiamare la figlia.

Oggi l’autopsia su i due coniugi

Saranno effettuate oggi pomeriggio le autopsie sui corpi di Annalisa Rizzo e di Vincenzo Carnicelli. Gli esami saranno eseguiti all’ospedale di Vallo della Lucania dal medico legale incaricato dalla Procura vallese che coordina le indagini affidate ai carabinieri della Compagnia di Agropoli. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori c’e’ quella dell’omicidio-suicidio, ma gli inquirenti sono al lavoro per verificare ogni aspetto della vicenda.

Leggi anche