Skip to content

“Linea storica” ko, odissea dei pendolari

Disagi tra Nocera, Cava e Vietri per la sospensione del sevizio. Tulipano: «Informazioni chiare e puntuali per chi viaggia»
“Linea storica” ko, odissea dei pendolari

«Lo stop alla linea storica ma soprattutto l’indeterminatezza sui tempi di ripristino del servizio stanno provocando molti disagi un po’ ovunque. E lo stesso servizio sostitutivo non tiene conto che viaggiando in bus su strade trafficatissime non si impiegano gli stessi tempi per raggiungere scuola o l’ufficio». Ieri, dopo la chiusura della linea storica tra Salerno e Vietri sul Mare, era il giorno della prova del nove sull’impatto che avrebbe avuto la frana sull’utenza che si serve del treno per andare al lavoro o a scuola.

«Non è facile – spiega un impiegato di Nocera Inferioredistricarsi tra orari dei bus ed eventuali coincidenze. Io per esempio devo cambiare alla stazione di Salerno e prendere un altro convoglio per raggiungere l’ufficio. Se col treno la coincidenza era compatibile, ora non più, visto il tragitto che deve seguire l’autobus su strade che, a quell’ora del mattino sono intasate dal traffico».

Ieri una nota di Rfi chiariva che anche per oggi non sarà possibile usufruire del treno sulla linea Napoli-Salerno (via storica) tra le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno (via Cava de’ Tirreni). “I treni regionali e metropolitani della relazione Napoli Campi Flegrei- Salerno e viceversa – si legge nella nota di Rfi – subiscono limitazioni, variazioni di percorso e cancellazioni. Confermati i bus sostitutivi “tra le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno e viceversa, con fermate intermedie di Nocera Superiore-Cava de’ Tirreni-Vietri sul Mare-Duomo via Vernieri”. Questo comporta un “possibile aumento dei tempi di percorrenza in relazione anche al traffico stradale”, fa notare la stessa società Rete ferroviaria italiana.

Leggi anche