Skip to content

Rapine alla “Point Break”, due in manette

Presi a Terni un 54enne e un 48enne: avevano in auto maschere e arnesi. Uno di loro avrebbe messo a segno colpi anche nel Salernitano
Rapine alla “Point Break”, due in manette

In auto, poggiata sul tappetino, una borsa contenente due maschere in lattice, raffiguranti due uomini anziani, situazione che ricordava il noto film americano sui rapinatori di banche ”Point Break”. Inoltre, sempre nell’auto, gli agenti hanno rinvenuto un punteruolo e un contenitore con due mazzi di fascette da elettricista.

I precedenti

I due sono stati portati in questura, dove è emerso che la patente del 48enne, che era alla guida, era falsa, inoltre è risultato pluripregiudicato con varie denunce, anche per stupefacenti, e diversi arresti per rapina, reati commessi a Ravenna, Napoli, Rimini e Lanciano, e attualmente sottoposto alla misura della detenzione domiciliare a Napoli per una condanna per rapina. Anche il 54enne è risultato gravato da numerosi precedenti penali, denunce ed arresti per stupefacenti, porto abusivo di armi, di arnesi atti allo scasso, favoreggiamento e rapina, reati commessi a Salerno, Arezzo, Napoli.

Le accuse

Dopo la procedura di rito, sono stati entrambi arrestati per tentata rapina e il 48enne anche per evasione e possesso di documenti falsi e sono stato portati al carcere di Terni, come disposto dall’Autorità Giudiziaria ternana.

Leggi anche