Skip to content

Scafati, tragedia rider: summit sulla sicurezza

di Salvatore De Napoli
Pronto a costituirsi parte civile, il sindaco Aliberti chiederà all’Eav di rimuovere i passaggi a livello senza barriere di protezione
Scafati, tragedia rider: summit sulla sicurezza

Investimento ferroviario di Raffaele Acampora, è l’ora di fare realmente il punto della situazione sicurezza della Circumvesuviana. Al momento si attende nelle prossime ore l’affidamento dell’incarico ai medici legali, consulenti della procura di Nocera, per l’eventuale esecuzione dell’autopsia sul cadavere del 54enne rider di Sant’Antonio Abate, investito in pieno al passaggio a livello di via Berardinetti 2° tra la zona di San Pietro e quella di Sant’Antonio Vecchio. Per ora non ci sono indagati.

Il punto del sindaco Aliberti

Intanto, l’ennesima morte sui binari ed in particolare in quel tratto della strada ferrata ha aperto un discorso ampio che va dalla situazione in cui versano i treni dell’Eav sulla linea Napoli-Poggiomarino come quello dei passaggi a livello senza barriere e in alcuni casi anche quelli con le sbarre. Il sindaco Pasquale Aliberti oggi farà il punto della situazione sull’attraversamento della Circumvesuviana nel più popoloso comune dell’Agro nocerino. «Da anni si susseguono riunioni con sindaci e commissari prefettizi sugli interventi da realizzare sulla linea all’altezza di Scafati – ricorda il primo cittadino scafatese -. Anche ad ottobre ne abbiamo fatto uno con i vertici dell’azienda di trasporti nel quale ci hanno proposto soluzioni per rimuovere i passaggi a livello tra i quali quello di via Berardinetti, specie quelli che non hanno le barriere di protezione ma soltati segnali luminosi ed acustici. Ma da allora nessuno si è fatto più sentire e tutto rimane fermo».

Leggi anche