Skip to content

Violenza di genere, 12 arresti in 40 giorni

Task force dei carabinieri in tutta la provincia: sono scattati nove divieti di avvicinamento nell'ultimo mese e mezzo
Violenza di genere, 12 arresti in 40 giorni

I carabinieri della provincia di Salerno, in ossequio alle disposizioni del comandante provinciale, colonnello Filippo Melchiorre, sono particolarmente impegnati al contrasto della violenza contro le donne e della violenza domestica, cosiddetta “violenza di genere”. La crescente attenzione a prevenire e reprimere tale forma di illegalità ha consentito ai carabinieri di eseguire, dall’entrata in vigore delle recenti norme di modifica in materia, negli ultimi 40 giorni, 21 provvedimenti cautelari (in media 1 ogni 2 giorni) e nello specifico 12 arresti per “atti persecutori e maltrattamenti in famiglia” e 9 ordinanze di “divieto di avvicinamento alla persona offesa con l’applicazione del braccialetto elettronico”.

Salerno

Nella notte del 20 novembre 2023, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salerno hanno arrestato, in flagranza di reato, un 50enne rumeno per atti persecutori nei confronti della ex compagna. L’uomo, già sottoposto al provvedimento del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, violava le disposizioni del giudice presentandosi nuovamente nei pressi dell’abitazione dalla quale era stato allontanato, in stato di ubriachezza ed usando violenza fisica nei confronti della donna.

Battipaglia

Il 26 novembre 2023, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia hanno arrestato, in flagranza di reato, “per atti persecutori”, un 30enne ucraino, intercettato dai carabinieri presso la stazione ferroviaria di Battipaglia dopo che questi, partito in treno da Milano, con una video chiamata minacciava di morte la ex compagna e i figli minori della donna, mostrandole una pistola risultata poi essere a salve priva di tappo rosso.

Cava de’ Tirreni

Il 2 dicembre 2023, a Cava de’ Tirreni, i carabinieri della locale tenenza hanno arrestato, in flagranza di reato, un 50enne per “atti persecutori e per maltrattamenti nei confronti di familiari o conviventi” nei confronti della moglie. L’uomo avrebbe tentato di accedere nell’abitazione della donna danneggiando  la porta d’ingresso e minacciandola di morte.

Leggi anche