Skip to content

Saldi, come fare acquisti senza brutte sorprese

Al via oggi le offerte scontate, ma occorre fare attenzione
Saldi, come fare acquisti senza brutte sorprese

Oggi al via i saldi invernali 2024: una buona occasione per fare acquisti (fisici e online) a prezzi scontati di capi di abbigliamento: dalle scarpe, all’intimo, passando per i “must have” della stagione. Ma, per fare acquisti convenienti è bene non farsi prendere dalla frenesia del momento e fare attenzione ad alcune semplici regole che possono farci evitare brutte sorprese.

Ecco alcuni consigli per evitare brutte sorprese.

  • Prima di fare nuovi acquisti controlla quello che hai nell’armadio, eviterai di fare spese inutili.
  • Fai un giro qualche giorno prima della data prevista per l’inizio dei saldi. Ti aiuterà a capire cosa acquistare e potrai essere sicuro che, al momento del saldo, merce e prezzo siano veramente scontati.
  • Prova sempre i vestiti. Il negoziante non è obbligato a far provare i capi, ma è meglio non acquistare un prodotto se non sei sicuro che ti stia bene. Inoltre, se poi ti penti dell’acquisto rischi di non poterlo cambiare.
  • Che siano in saldo oppure no, in generale evita di acquistare i capi d’abbigliamento che non hanno le due etichette (quella di composizione e quella di manutenzione). Questo ti aiuterà a non danneggiare i capi nella pulitura a secco o in quella ad acqua fatta a casa.
  • Il cambio dei prodotti non difettati è a discrezione del negoziante. Prima dell’acquisto, chiedi entro quanto tempo è possibile cambiare un articolo e cosa succede se non è disponibile un prodotto sostitutivo.
  • La garanzia vale anche per i prodotti in saldo. Se ti accorgi che il prodotto è difettato o non è conforme, entro 2 anni dall’acquisto il negoziante ha l’obbligo di ripararlo o sostituirlo in un congruo periodo di tempo. Dove questo non è possibile (ad esempio perché i costi che il venditore deve sostenere per la sostituzione o riparazione sono molto alti) il cliente può ottenere la riduzione o la restituzione del prezzo pagato.
  • La garanzia vale per due anni dall’acquisto. Conserva lo scontrino per poterlo esibire al momento opportuno. Meglio pagare con carte di credito o di debito: in questo caso, infatti, se perdi lo scontrino o non fosse più leggibile potrai sempre dimostrare il tuo acquisto con la ricevuta della carta o con l’estratto conto del conto corrente.
  • Confronta il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato. Ricorda che dall’anno scorso sono entrate in vigore alcune novità sui saldi che obbligano i negozianti a mostrare il doppio prezzo, sia quello ribassato che quello praticato nei 30 giorni precedenti. Se hai dubbi sulla percentuale di sconto o il prezzo non ti sembra corretto, chiedi chiarimenti al negoziante.
  • Per evitare confusione e acquisti non desiderati, la merce venduta in saldo deve essere esposta separatamente da quella non scontata: fai una denuncia alla polizia municipale se questa regola non viene rispettata.

Prezzi e pagamenti: le regole da seguire

Acquistare capi a prezzi scontati piace a tutti, ma per non fare acquisti sbagliati, oltre a quello che ci siamo detti fino ad ora, è bene fare anche attenzione che vengano applicate le giuste regole sui prezzi e sulle modalità di pagamento.

  • I prezzi esposti vincolano il venditore: se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, fallo notare al negoziante e non esitare, in caso di problemi, a far intervenire la polizia municipale.
  • Dal 2022 chi non accetta pagamenti con bancomat e carte di credito può essere sanzionato (30 euro di multa a cui si aggiunge una quota pari al 4% del valore della transazione rifiutata). Il negoziante è tenuto ad accettare i pagamenti digitali anche in periodo di saldi. Infine, non è possibile aumentare prezzi per pagamenti effettuati con carta e non possono essere applicate commissioni aggiuntive.
  • Fai attenzione ai pagamenti effettuati con la carta revolving perché i tassi applicati possono superare il 20%. Questo strumento di pagamento può essere conveniente nel solo caso di rimborso del capitale in tempi brevissimi (pochi mesi)

Leggi anche