Skip to content

Pellegrino: «Nessuna chiusura dell’Hospice di Sant’Arsenio»

Il consigliere regionale: «Stiamo lavorando al potenziamento della struttura»
Pellegrino: «Nessuna chiusura dell’Hospice di Sant’Arsenio»

«In merito alle voci apparse sui social riguardanti una presunta chiusura dell’Hospice di Sant’Arsenio e dopo le legittime preoccupazioni del sindaco Donato Pica, di numerosi amministratori e cittadini del Vallo di Diano, ritengo giusto e doveroso chiarire che non ci sarà alcuna interruzione delle attività; anzi, da domani riprenderanno regolarmente i ricoveri. L’Hospice è un punto di riferimento essenziale nel nostro territorio e sarà oggetto di potenziamento, con l’obiettivo di consolidarne la posizione di eccellenza nel panorama sanitario a Sud di Salerno». Lo ha dichiarato il consigliere regionale Tommaso Pellegrino.

«Attualmente, stiamo lavorando nel prossimo atto aziendale affinché ci possa essere una riorganizzazione e quindi un potenziamento dell’Hospice di Sant’Arsenio. A tal proposito voglio esprimere un sentito ringraziamento al direttore generale, Gennaro Sosto e al direttore danitario Primo Sergianni per essersi immediatamente attivati e per il prezioso e competente lavoro che stanno mettendo in campo nella nostra Provincia per migliorare e potenziare determinati servizi sanitari, ancor più quelli riguardanti l’assistenza oncologica». Ha precisato Pellegrino.

«Il funzionamento della rete oncologica – ha proseguito il consigliere Pellegrino – è una priorità del presidente De Luca e del Consiglio Regionale della Campania. Con l’attivazione della chemioterapia a Polla e con il significativo impegno per migliorare e potenziare l’assistenza domiciliare oncologica, l’Hospice riveste un ruolo particolarmente importante nell’assistenza ai pazienti oncologici in fase molto avanzata. Lavoreremo con determinazione affinché questo importante e delicato presidio sanitario possa soddisfare sempre di più le esigenze delle nostre Comunità». Ha concluso il capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale, Tommaso Pellegrino.

Leggi anche