Skip to content

Cava, ladri in strada: spari per metterli in fuga

di Annalaura Ferrara
L’episodio a San Pietro di Cava de’ Tirreni: i residenti fuori di casa dopo i messaggi su Whatsapp. Poi le fucilate e i petardi
Cava, ladri in strada: spari per metterli in fuga

Emergenza senza fine. Paura venerdì sera, poco prima delle 20,30, a San Pietro di Cava de’ Tirreni: ad allarmare i residenti due persone che si facevano strada dietro la chiesa, torce alla mano. I fasci di luce hanno allarmato i residenti, che su un gruppo WhatsApp si sono allertati a vicenda scendendo in strada. Azione collettiva che ha ottenuto come risultato la fuga dei ladri, dileguatisi attraverso le terre. Si sono uditi anche degli spari, non si sa se di fucili o petardi. Due pattuglie della polizia di Stato hanno perlustrato la zona, ma dei ladri nessuna traccia. Tutta la notte e fino all’alba le sentinelle hanno tenuto alta l’attenzione. Agitazione anche a Santa Rosa, Contropone, San Martino, San Giuseppe al Pennino, Santa Lucia e Pregiato: gruppi di persone sono scesi in strada e perfino nei valloni, vie di fuga dei ladri.

L’allarme

Sempre venerdì notte, in via Pasquale Santoriello, a tarda notte, c’erano tre individui incappucciati accanto ad un’auto, una Punto grigia appena sostata ai lati del cancello nella discesa che porta al palazzetto dello sport. I tre malviventi che si apprestavano ad introdursi nelle terre che costeggiano la strada, vistisi ripresi dal cellulare di un uomo che proveniva in senso contrario all’auto da loro parcheggiata sul ciglio della strada, sono saliti nella vettura e scappati. Non cala l’attenzione neanche al Contropone, dove gruppi di giovani presidiano le terre e i valloni.

Leggi anche