Skip to content

Angri, militare “supera” un disabile ma l’assunzione è bloccata

di Luigi D’Antuono
Concorso alla Eco Servizi, i giudici del Consiglio di Stato sconfessano il Tar e danno ragione al concorrente escluso
Angri, militare “supera” un disabile ma l’assunzione è bloccata

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato dai legali di un cittadino disabile che aveva partecipato al concorso indetto dall’azienda speciale “Angri Eco Servizi” per l’assunzione di 15 operai. All’esito della selezione, l’uomo ottenne un punteggio non sufficiente per ottenere il posto. E questo perché – nella riserva per categorie protette e speciali – fu superato da un altro concorrente, che aveva svolto il servizio militare volontario in ferma breve.

Il ribaltone

I giudici di Palazzo Spada hanno ora ribaltato la sentenza emessa in precedenza dal Tribunale amministrativo regionale (che in prima istanza aveva dato ragione alla Eco Servizi) accogliendo le istanze dei legali del disabile. E questo perché, si legge nelle motivazioni della sentenza, la priorità all’assunzione va comunque data alla riserva per i disabili “in considerazione peraltro della ratio che anima la legge; ossia quella di garantire un trattamento specifico ai fini dell’inserimento nel mondo del lavoro dei soggetti disabili con priorità rispetto alle altre ipotesi di riserva”.

Leggi anche