Skip to content

Botti illegali, sequestrata la “bomba scudetto”

L'ordigno contiene circa un chilo di polvere pirica
Botti illegali, sequestrata la “bomba scudetto”

350 chili di fuochi d’artificio nel cassone di un furgone: una “bomba” in movimento individuata dai carabinieri della sezione radiomobile di Nola, nel tardo pomeriggio di ieri, in via circumvallazione di Nola, in provincia di Napoli. I militari hanno fermato il furgone e scoperto al suo interno diversi scatoloni contenenti oltre 3 quintali di fuochi e ordigni; un totale di circa 45 chili di polvere pirica attiva. Gli ordigni generalmente utilizzati per distruggere un’auto o un furgone ne contengono in media 8-900 grammi. L’esplosione di uno solo dei fuochi trasportati avrebbe polverizzato tutto nel raggio di 10 metri. Tra gli ordigni anche la “bomba scudetto”, al suo interno un chilo circa di polvere pirica. Denunciato per fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti un 29enne incensurato di Roma. Il materiale sequestrato è stato classificato e affidato ad una ditta specializzata per la distruzione.

Leggi anche