Skip to content

Eboli, Capodanno in piazza con Enzo Rubino e la “Sbanda”

Brindisi al 2024 con un evento che unisce cultura musicale e gastronomica
Eboli, Capodanno in piazza con Enzo Rubino e la “Sbanda”

Capodanno in piazza, Eboli brinda al 2024 con il concerto di Renzo Rubino e la “Sbanda” dopo il cenone del 31 dicembre gustando i menu messi a punto per l’occasione dai ristoratori del centro storico. Per la notte di San Silvestro, il borgo antico della città della Piana del Sele si prepara a fare esperienza di un momento di festa collettivo che mette insieme cultura enogastronomica e cultura musicale. L’evento è promosso dal Comune di Eboli con il sostegno di Banca Campania Centro e la direzione artistica di Giovanni Sparano.

Il claim che accompagna il capodanno 2024 tutto ebolitano si ispira a una celebre citazione tratta dal film di David LynchMulholland Drive”. Per tutta la giornata del 31 dicembre Piazza Porta Dogana e Piazza San Francesco, il cuore del centro storico, saranno unite in un’unica area pedonale per poter godere di musica e convivialità nel fulcro della storia ebolitana. Il prossimo 31 dicembre, infatti, Eboli sarà luogo di alcuni momenti caratteristici della notte di San Silvestro: il momento dell’aperitivo, con l’allestimento di un’area bar nel chiostro di San Francesco; il momento conviviale, con il cenone di Capodanno grazie all’offerta gastronomica dei ristoratori che hanno aderito all’evento; l’attesa della mezzanotte per l’arrivo del nuovo anno; il momento di festa con il concerto banda e voce di Renzo Rubino e La “Sbanda”.

Alle ore 12:00, in Piazza Porta Dogana, si parte con il concerto della “Zeta DD Band”, un trio che spazia dal jazz alla fusion composto da Lauro De Gennaro alla tastiera e al sassofono, Vincenzo De Gennaro al basso elettrico, Damiano Zinna alla batteria. Alle 17:30, sempre in Piazza Porta Dogana, si terrà la performance del trio “Wings Brothers”, con la voce di Gerardo La Porta accompagnata da Antonio De Martino e Giovanni Nolfo alla chitarra acustica per un concerto intimo e profondo. Intorno alle ore 20:00, le osterie del centro storico che hanno aderito al progetto (Il Panigaccio, Osteria del Centro Storico, Osteria Lo Zibaldone, Dogana – Territorio e Ospitalità, Alberto Ritrovo) proporranno i propri menu di Capodanno per terminare la cena prima della mezzanotte. Alle 23:45, infatti, in Piazza San Francesco si darà il via al concerto di Renzo Rubino e la “Sbanda” per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Si tratta di un progetto live che Rubino sta portando avanti con l’obiettivo di mettere al centro la grande tradizione bandistica del Sud Italia, tipica delle feste patronali e delle feste di paese. Un connubio particolare che darà nuova vita a sonorità ataviche, dal sapore antico, che richiamano alla mente i tipici cortei della tradizione popolare, mescolate a un sound attuale e dal gusto moderno. Protagonista è, insieme alla sua voce, la banda di paese, patrimonio da salvaguardare, composta dal panettiere, il macellaio, l’assicuratore, i nonni e i nipoti del nostro tempo: musicisti che nella vita si avvicinano alla musica per liberarsi dagli impegni quotidiani. Renzo Rubino e la “Sbanda” accompagneranno verso il nuovo anno i cittadini di Eboli e coloro che sceglieranno di trascorrere il Capodanno in Piazza, in una vera e propria festa collettiva, valorizzando il borgo antico, la sua storia e la sua millenaria cultura.

“I bandisti – sottolinea Renzo Rubino, cantautore – sono musicisti a volte non professionisti che decidono di incontrarsi qualche volta a settimana per divertimento. Suonare con la banda mi dà la possibilità di riscoprire il lato più puro di essere musicista, quello dello stare insieme, di passare qualche ora in compagnia di amici, suonando e ridendo di faccende locali o storie di paese.”

Mario Conte, sindaco di Eboli: “Abbiamo accettato con entusiasmo l’idea di Giovanni Sparano di festeggiare il Capodanno in Piazza organizzando un concerto che abbracci l’intera comunità e permetta di riunire la famiglia ebolitana, ma anche di altre comunità vicine alla nostra, in uno dei luoghi simbolo della Città per attendere insieme l’arrivo del nuovo anno. Si tratta di una vera novità per Eboli, scegliere di vivere questo momento di festa nel cuore del suo centro antico è un ulteriore modo per riscoprire questi luoghi, dal forte valore identitario, e permettere di viverli anche a coloro che, ancora oggi, non li conoscono. Il prossimo 31 Dicembre vivremo insieme diversi momenti tipici della notte di San Silvestro: il momento conviviale, con il cenone di Capodanno e la riunione della famiglia e degli amici intorno alla tavola grazie all’offerta gastronomica dei ristoratori che hanno aderito all’evento; l’attesa della mezzanotte, brindando al 2024 tutti insieme; il momento di festa con il concerto di Renzo Rubino e la “Sbanda” che onorano la nostra Città con la loro presenza. È un’iniziativa partita dalla “Associazione Luce” che come amministrazione abbiamo accolto con favore mettendo insieme energie positive e propulsive per il bene del nostro territorio e la sua promozione all’esterno”.

Lucilla Polito, assessore alla Cultura del Comune di Eboli: “Musica e amore per il territorio si uniscono in un evento che ha l’obiettivo di dare pregio alla nostra Città per salutare il 2024 con il centro storico animato da un concerto molto particolare. Il progetto di Renzo Rubino e la sua “Sbanda!” esprime perfettamente i valori con cui nasce questa iniziativa, messa in campo per il primo anno: dare un nuovo slancio alla tradizionale notte di San Silvestro per viverla in chiave tutta ebolitana immersi tra i vicoli e le Piazze del nostro centro storico. Abbiamo voluto immaginare un Capodanno diverso, sperando in una piena partecipazione. Altro aspetto da non trascurare, è il fatto che molti giovani potranno godere della festa nella propria città, mentre coloro che verranno dalle aree limitrofe potranno raggiungere una meta più vicina per aspettare insieme l’anno che verrà”.

Vincenzo Consalvo, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Eboli: “Quest’anno, in via sperimentale, insieme con la “Associazione Luce” di Giovanni Sparano abbiamo organizzato il Capodanno in Piazza nel centro antico della città con il coinvolgimento degli operatori della ristorazione. Avremo un ospite d’eccezione come Renzo Rubino e la sua “Sbanda”, con cui accoglieremo il nuovo anno tutti insieme sperando nella partecipazione dei cittadini ebolitani e della Provincia. Renderemo zona pedonale l’area tra Piazza San Francesco e Piazza Porta Dogana, cercando di far diventare il centro storico sempre più fruibile e sgombro da auto. Il chiostro di San Francesco sarà allestito come area bar, mentre in Piazza aspetteremo la mezzanotte tra musica e convivialità. A tal proposito, ringrazio i ristoratori che hanno aderito alla iniziativa per aver calmierato i costi del cenone mantenendo un’offerta gastronomica di alta qualità. Il Capodanno in Piazza è una novità per Eboli che confidiamo venga apprezzata e vissuta dall’intera comunità”.

Giovanni Sparano, Associazione “Luce”: “La città di Eboli e il suo centro storico attraversano un momento di cambiamento lento e virtuoso dettato dalle anime che lo vivono quotidianamente. Sono onorato e felice che, per questo fine anno, l’amministrazione abbia accolto la richiesta di ospitare un concerto di valore come quello di  Renzo Rubino e la sua “Sbanda”. Il borgo antico rappresenta la storia e la cultura della città, oggi più che mai si deve ripartire da esso per creare aggregazione attraverso appuntamenti di qualità”.

A rappresentare Banca Campania Centro in conferenza stampa, era presente il consigliere Pierpaolo Barone.

Leggi anche