Skip to content

Bombola del gas in fiamme: tre ustionati a Eboli

L'incidente domestico si sarebbe verificato per un tubo difettoso
Bombola del gas in fiamme: tre ustionati a Eboli

Pomeriggio di paura in un’abitazione di via Verdi, a pochi metri dagli uffici dei giudici di pace, a Eboli. Una fiammata dalla bombola appena montata ha ustionato tre persone che si trovavano nella stanza. Nell’appartamento si stava festeggiando una festa di compleanno. Tra i feriti c’è anche una persona di 87 anni. I medici parlano di miracolo. L’incidente domestico è avvenuto verso le 15, in un vano del rione Pezza Paciana. La dinamica è stata ricostruita, le cause sono ancora ignote.

Perché c’è stata la fiammata dalla bombola? Le ipotesi…

Si rincorrono le ipotesi. Ma una certezza su cosa abbia provocato la fiammata ancora non c’è. Svuotata la bombola, una famiglia del centro ha provveduto al cambio. Forse il tubo, forse il collegamento difettoso. I forse si rincorrono. La fiammata non ha concesso alibi. Il fuoco ha travolto le tre persone intorno alla bombola. Due sono state colpite alle braccia mentre si proteggevano. Uno di loro è stato raggiunto al volto. Anche i capelli hanno preso fuoco in pochi secondi. I tre feriti sono stati trasferiti all’ospedale di Eboli a bordo di un’ambulanza del 118.

I soccorsi e il trasporto in ospedale dei tre ustionati

I medici giunti hanno ritenuto necessaria una visita specialistica. Le ustioni non erano estese ma avrebbero potuto provocare pericolose infezioni. I tre ebolitani sono giunti al Pronto soccorso intorno alle 15. I medici hanno avviato il protocollo per i tre pazienti che dovranno seguire delle terapie nei prossimi giorni per evitare infezioni alla pelle. I feriti sono fuori pericolo. Insieme alle cure mediche bisognerà capire anche la dinamica dell’incidente domestico. La fiammata, a quanto pare, non è stata estesa. Ha colpito tre persone che erano nei paraggi della bombola. Concluse le cure ospedaliere, i tre ustionati sono stati rimandati a casa con diverse prescrizioni. Nel caso si presentino delle infezioni dovranno ritornare subito in ospedale.

Leggi anche