Skip to content

Salerno, al Ruggi nati gemelli nella stessa placenta

Il monitoraggio della gravidanza è stato possibile attraverso un sistema di telemetria
Salerno, al Ruggi nati gemelli nella stessa placenta

Una donna di 42 anni ha dato alla luce due gemelli monozigoti monocoriali, nati quindi nella stessa placenta, alla 36esima settimana e 4 giorni. Il parto eccezionale è avvenuto all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, nel reparto di Gravidanza a rischio diretto da Mario Polichetti. I due bimbi, nati uno di 2 chili 140 e un altro di 2 chili e mezzo, stanno bene.

Il controllo a distanza

L’atipicità del caso è relativa al fatto che la gravidanza è giunta fino alla 36sima settimana, quando solitamente non si espleta dopo la 34esima. Il monitoraggio è stato effettuato grazie a una tecnica innovativa in telemetria, ossia un controllo h24 del benessere fetale trasmesso da un dispositivo a distanza, che ha permesso ai medici di far proseguire la gravidanza fino alla 36esima settimana e 4 giorni. “Questi eventi – spiega Polichetti – sono molto rari, ma il mio reparto, dotato di apparecchiature sofisticate e tecnologicamente avanzate, e grazie alla solerzia dei medici che dirigo, riesce ad affrontare anche i casi più impegnativi e complicati“.

Leggi anche