Skip to content

Rapine ed estorsioni: blitz dei carabinieri – TUTTI I NOMI –

Alcune vittime venivano adescate su internet fingendosi donne
Rapine ed estorsioni: blitz dei carabinieri – TUTTI I NOMI –

Per una serie di rapine e di estorsioni commesse, negli ultimi tempi, tra Colliano e Contursi Terme, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Salerno. Il provvedimento cautelare, richiesto dalla procura salernitana, è in corso di esecuzione da parte dei militari dell’Arma della Compagnia di Eboli.

Gli arrestati

Agli arresti domiciliari sono finiti

  • Andrea Di Iacovo
  • Francesco Di Mauro
  • Salvatore Greco

Tutti i fermati, originari di Oliveto Citra, sono accusati di rapina, estorsione, danneggiamento, indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento, nonché porto di armi od oggetti ad offendere.

I colpi

Le indagini partano da una rapina commessa il 23 settembre di quest’anno ai danni ai danni di un automobilista occasionalmente incontrato alla stazione ferroviaria di Contursi Terme. In quella occasione, con la minaccia di un coltello, si fecero consegnare 745 euro prelevati da un bancomat. Andrea Di Iacovo inoltre, a luglio, sempre armato di coltello, aveva rapinato a Colliano altre due persone, attirate in trappola dopo averli adescati su internet fingendosi una donna interessata ad uscire con loro. Lo stesso metodo fu usato assieme a Dimauro in una rapina ed una tentata estorsione: i due dopo essersi fatti consegnare da un uomo 50 euro lo costrinsero ad effettuare un prelievo bancomat, ma la vittima riusci a bloccare la carta. Il 25 ottobre minacciarono un uomo con una pistola per farsi consegnare un bancomat, il cellulare e l’orologio. Salvatore Greco ed Andrea Di Iacovo sono accusati anche di una rapina commessa il 27 settembre 2023, sulla a Eboli ai danni di un 14enne dal quale si sono fatti consegnare lo zaino e il giubbino.

Leggi anche