Skip to content

Covid, impennata di contagi a novembre

Per il Cnr in molte province c'è una recrudescenza del virus. In 60 di esse la si registra stasi o diminuzione, crescita lineare in altre 37
Covid, impennata di contagi a novembre

La ripresa nella circolazione del virus Sars-CoV-2 a novembre, secondo il Cnr, si osserva nelle 107 province, escluse quelle di Matera, Catanzaro, Cagliari, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo e Siracusa. Tutte le altre province hanno subito un aumento della diffusione e, di queste, 60 si trovano ora in una fase di stasi o di diminuzione dell’incidenza settimanale; le 37 province rimanenti sono in fase di crescita lineare.

Le zone con decrescita

L’incidenza è ora in stasi o decrescita a Bolzano, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Salerno, Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Gorizia, Pordenone, Trieste, Frosinone, Rieti, Viterbo, Imperia, Savona, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio, Varese, Ascoli Piceno, Macerata, Campobasso, Isernia, Biella, Cuneo, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Oristano, Sud Sardegna, Ragusa, Trapani, Arezzo, Grosseto, Lucca, Massa Carrara, Siena, Trento, Perugia, Terni, Aosta, Belluno, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

L’incidenza

Per quanto i riguarda i valori dell’incidenza, “continua a perdurare la grande differenza dei valori dell’incidenza tra le province del Nord e del Sud, che verosimilmente ha alla base le differenze climatiche. In particolare – prosegue – si nota che, tra le dodici province con l’incidenza più alta, si trovano sei delle sette province del Veneto, mentre tra le dodici con incidenza più bassa si trovano tutte le nove province della Sicilia”.

Leggi anche