Skip to content

Lo schiaffo al Paradiso: un’altra discarica

di Alessandro Mosca
L’area di Pastena finisce ancora nel mirino dei “cafoni dei rifiuti”: i resti di un cantiere edile abbandonati lungo la strada
Lo schiaffo al Paradiso: un’altra discarica

Una montagna di scarti edili. È l’ennesimo scempio che va a macchiare, ancora una volta, l’area di Paradiso di Pastena, a Salerno. Nella notte fra venerdì e sabato – segnalano i residenti – c’è stata l’ennesima azione che è andata a deturpare uno dei luoghi preferiti della città d’Arechi dai “cafoni dei rifiuti”, persone che in spregio ad ogni regola decidono di sversare nelle zone più riparate e nascoste del territorio comunale la loro immondizia. Questa volta, però, non si tratta dei “semplici” sacchi neri contenenti ciò che viene prodotto nelle abitazioni o nelle attività commerciali. Nella piazzola più ampia della strada parallela alla tangenziale e che collega Torrione Alto alla parte superiore di Pastena, infatti, sono comparsi mattoni, cemento, tondini in ferro.

Scarti di una attività edile

È il materiale di risulta di un’attività edile, probabilmente di qualche demolizione all’interno di un immobile. Gli sversatori hanno avuto almeno “l’accortezza” di non mischiare il materiale di risulta con gli altri rifiuti depositati nella piazzola: dopo l’ultimo intervento di pulizia da parte degli addetti di Salerno Pulita che sono entrati in azione meno di un mese fa, infatti, subito dopo sono ricomparsi dei sacchetti. Mattoni e cemento, invece, sono stati posizionati nell’area più prossima all’ingresso in un terreno privato, protetto da un accesso creato con alcune lamiere.

Leggi anche