Skip to content

Poste Italiane, a Salerno un alloggio per donne vittime di violenza

L’associazione Differenza Donna: «In tante qui hanno recuperato la normalità»
Poste Italiane, a Salerno un alloggio per donne vittime di violenza

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre domani, sabato 25 novembre, prosegue l’impegno di Poste Italiane. Sono numerose in questo senso le iniziative dell’azienda, come il progetto “Autonomia abitativa donne vittime di violenza”, in collaborazione con associazioni del terzo settore e centri antiviolenza: dieci alloggi del patrimonio immobiliare di Poste Italiane sono stati destinati in comodato d’uso gratuito alle donne, spesso con figli minori, che si trovano in condizione di particolare disagio economico.

Tra gli alloggi interessati anche quello di Salerno, come racconta Elisa Ercoli presidente dell’Associazione Differenza Donna: «La collaborazione tra Poste italiane e Differenza Donna ha come obiettivo quello di aumentare l’impatto nel contrasto alla violenza maschile contro le donne. Si tratta di un’alleanza importantissima – dice Ercoli -, perché un’azienda importante come Poste, da tutti riconosciuta come affidabile e sana, può davvero fare la differenza in questa battaglia. Insieme abbiamo costruito un progetto prezioso: Poste ha infatti dato in comodato d’uso gratuito alla nostra associazione due appartamenti, uno a Roma e uno a Salerno, dove abbiamo organizzato case rifugio di emergenza. Queste due dimore servono ad accogliere donne a rischio di vita che sono in fuga dalla propria abitazione e a rendere salda l’autonomia delle donne in uscita dalla violenza. Parliamo quindi – continua la presidente dell’associazione – di azioni concrete, ma anche di un valore sociale importantissimo: una vera e propria attività di prevenzione della violenza e di protezione delle donne, delle bambine e dei bambini. Inoltre, abbiamo ideato un progetto di volontariato presso Differenza Donna per le dipendenti e i dipendenti di Poste, una collaborazione per crescere insieme su vari fronti: si parte dall’ aumentare le competenze digitali per sviluppare in parallelo capacità di condivisione, gestione delle relazioni, solidarietà e anche consapevolezza e conoscenza di cosa è veramente la violenza maschile, su come non minimizzarla e imparare ad uscire da stereotipi e pregiudizi patriarcali. Essere insieme nel volontariato – conclude Ercoli – ci porta ad essere produttrici e produttori di cambiamento positivo attivo nelle relazioni. Noi tutte, di Differenza Donna, siamo molto orgogliose di questa collaborazione con Poste Italiane e dell’impegno profuso dall’Azienda nel contrastare la violenza maschile e affermare i diritti e le libertà delle donne nel nostro Paese».

Leggi anche