Skip to content

Salerno rende omaggio ai caduti per difendere la Patria

Il prefetto: «La nostra Repubblica è nata grazie a questi eroi e a tutti coloro che hanno sofferto e lottato per la nostra libertà e la pace»
Salerno rende omaggio ai caduti per difendere la Patria

In occasione del 105° anniversario del “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, si è svolta stamane la tradizionale cerimonia organizzata dalla Prefettura di Salerno in collaborazione con il Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°), in ricordo dell’armistizio di Villa Giusti, entrato in vigore il 4 novembre 1918, che sancì la fine della prima guerra mondiale. La solenne ricorrenza del 4 novembre è volta al ricordo di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita, in Italia e nel mondo, in difesa della Patria e dei valori di libertà, democrazia, solidarietà e unità nazionale sui quali la stessa si fonda.

Gli eroi che hanno costruito il Paese

Dopo la deposizione delle corone d’alloro da parte del Prefetto di Salerno, Francesco Esposito e delle Autorità militari e civili e religiose, al Monumento ai Caduti in Piazza Vittorio Veneto, alle ore 9,30, la cerimonia è proseguita dapprima in piazza Giovanni Amendola dove, sulle note dell’Inno d’Italia, si è assistito all’Alzabandiera solenne per poi continuare all’interno del “Teatro Augusteo”, ove il Prefetto ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica. Il Prefetto Esposito, nell’accogliere le ragazze e i ragazzi delle scolaresche, ha sottolineato il sacrificio di tutti coloro che, fin dal Risorgimento, hanno combattuto per lasciare alle future generazioni un’Italia unita, indipendente, libera e democratica: «la nostra Repubblica è nata grazie a questi eroi e a tutti coloro che hanno sofferto e lottato per la nostra libertà e la pace. I valori della pace e della libertà sono i pilastri della nostra Costituzione e dobbiamo continuare a difenderli, giorno dopo giorno, facendoli vivere attraverso l’impegno civile e la solidarietà».

Il momento musicale

Nel “Teatro Augusteo” la manifestazione è stata scandita, nei suoi momenti solenni, dall’orchestra di fiati e dal coro del liceo statale “Alfano I” di Salerno, diretti dal maestro Vincenzo Pisano.

Leggi anche