Skip to content

Autista bus picchiato a Battipaglia solo per uno sguardo

di Gaetano de Stefano
L’aggressione è avvenuta ieri alla fermata dell’ospedale
Autista bus picchiato a Battipaglia solo per uno sguardo

Picchiato per uno sguardo di troppo. È questa l’assurda motivazione che avrebbe spinto due ragazzi, poco più che maggiorenni, ad aggredire un autista di BusItalia in servizio sulla linea 117, che da Battipaglia conduce fino a Serre, che ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari che gli hanno diagnosticato una prognosi di 3 giorni di guarigione. Un semplice sguardo, presumibilmente anche involontario oppure equivocato, ha dunque scatenato la furia dei giovani che non contenti di aver preso a calci il bus si sono accaniti anche sul conducente, che era sceso per verificare i danni. Giovani che, dopo aver “punito” l’uomo, si sono allontanati come se nulla fosse accaduto, nonostante l’intervento di alcune persone che si trovavano in zona e che hanno evitato il peggio.

Il racconto dell’aggressione all’autista di BusItalia

Il pestaggio si è verificato in via Belvedere, di fronte all’ospedale “Santa Maria della Speranza”. Erano all’incirca le 8,10 di ieri mattina, quando all’altezza del bar Roma il pullman s’è fermato per far attraversare sulle strisce alcuni pedoni. Lo sguardo dell’autista s’è incrociato con quello di due ragazzi e uno di loro s’è rivolto in malo modo chiedendogli cosa avesse da guardare. La risposta, peraltro educata, di attendere che tutti i pedoni avessero attraversato, non ha soddisfatto i giovani e, così, uno di loro ha iniziato a colpire il mezzo pubblico con calci e pugni. L’autista è sceso per verificare se i colpi avessero provocato danni. Non appena ha messo piede sull’asfalto è stato aggredito dal ragazzo che si era accanito contro il mezzo. A questo punto sono intervenute alcune persone che si trovavano davanti al bar, che hanno consigliato all’autista di risalire sul bus per evitare che gli animi si esacerbassero ancora di più.

Leggi anche