Skip to content

Il salmone: una sana abitudine alimentare

di Antonella Petitti
Ecco perché è bene portarlo in tavola
Il salmone: una sana abitudine alimentare

È un pesce dei mari del Nord, quello di allevamento viene dal Nord Europa, mentre quello selvaggio principalmente da Alaska e Canada.Il salmone, dal punto di vista nutrizionale, è un alimento che riserva molti benefici. Bisognerebbe prediligere quello selvaggio, naturalmente più ricco di Omega 3 e più magro, ma resta comunque un pesce prezioso da integrare periodicamente nella nostra alimentazione.

In effetti, gli Omega 3 aiutano a ridurre il colesterolo cattivo, contrastano i radicali liberi, supportano il sistema cardiovascolare, agiscono come antidepressivi naturali. Il salmone è molto nutriente ed è una enorme fonte di proteine nobili, tra acidi polinsaturi, sali minerali e vitamine (D e B12), oltre che di Omega 3 e 6.

È possibile acquistarlo fresco, trattandolo come gran parte dei filetti di pesce, oppure affumicato. Questi ultimi vengono trattati a freddo, messi sotto sale e poi sottoposti ad affumicatura. Ciò consente di consumarlo tal quale, senza dover procedere ad ulteriori cotture. In genere contiene meno grassi ma più sodio.

Come preparare il salmone fresco alla piastra

Preparare il salmone alla piastra è uno dei modi più gustosi e leggeri per servirlo, magari accompagnato da un’insalata di patate lesse o al forno. Basterà acquistare un trancio di salmone per ognuno, far riscaldare per bene la piastra e procedere con la sua cottura, avendo cura di girarlo di tanto in tanto.

Per renderlo più goloso è consigliabile effettuare preventivamente una marinatura con succo di limone, olio evo, vino bianco ed erbe aromatiche. Lasciate i tranci in questo liquido per almeno una mezz’oretta, poi procedete alla cottura su piastra. Prima di servire finite con dell’olio evo fresco, un poco di aceto balsamico e erbette fresche tagliuzzate finemente.

Leggi anche