Skip to content

Fondazione Monte Pruno, iniziati i lavori per il campo di calcetto a Roscigno

Fondazione Monte Pruno, iniziati i lavori per il campo di calcetto a Roscigno

Fondazione Monte Pruno: dopo aver iniziato i lavori per il campetto di calcio a 5 si lavora già per la riqualificazione di Roscigno Vecchio. Sono iniziati ufficialmente, ad inizio settimana, i lavori per il nuovo campo di calcio a 5 in erba sintetica a Roscigno, così come già annunciato durante l’ultima Assemblea dei Soci della Banca Monte Pruno. L’intervento verrà realizzato dalla Fondazione Monte Pruno che si farà carico dell’intera opera per poi riconsegnarla al Comune di Roscigno per essere messa a disposizione dell’intera comunità, oltre che dei paesi limitrofi.

Si tratta di un’importante azione di recupero, funzionalizzazione ed adeguamento del campo di calcetto adiacente le scuola sita in via Papa Luciani, il quale vedrà un fondo in erba sintetica, protezioni, recinzioni, tribunette ed un potenziamento dell’impianto di illuminazione. L’azione di mutualità messa in atto dalla Fondazione Monte Pruno vede la collaborazione e la partnership del
Comune di Roscigno e della BCC Monte Pruno. La rifunzionalizzazione terminerà entro 30 giorni così da mettere a disposizione l’opera per tutto il periodo estivo, andando a migliorare e riqualificare una zona adiacente proprio a “Piazza Michele Albanese”, realizzata dieci anni fa dalla Banca Monte Pruno per ricordare il ventennale dalla scomparsa del Presidente Albanese. L’avvio dei lavori ha visto la presenza del Presidente della Fondazione Monte Pruno Michele Albanese, del Direttore della Fondazione Antonio Mastrandrea, del Sindaco di Roscigno Pino Palmieri e della ditta a cui sono stati affidati i lavori Alberelli SRL di Laurino.

«Ogni volta che parte un cantiere della Fondazione – ha dichiarato il Presidente Albanese – c’è una particolare emozione perché concretizza lo spirito di servizio e di sostegno che mettiamo a favore della nostra comunità. Queste opere, realizzate grazie alla Banca Monte Pruno, che sostiene da sempre la Fondazione, sono interventi di mutualità proprio nell’ottica del supporto al territorio in cui opera l’istituto di credito cooperativo e rientrante tra gli scopi previsti nell’oggetto sociale della stessa Fondazione e lo consideriamo restituzione del valore che riceviamo per metterlo a disposizione della comunità. Il campetto a Roscigno, come tante altre importanti opere realizzate dalla Fondazione, ad esempio la Cappella all’Ospedale di Polla, il Parco Giochi a Lancusi, la Strada per il Monte Vivo, sono il frutto di un impegno forte e concreto in stretta collaborazione con gli Enti del territorio che si affidano alla Monte Pruno per dar vita a progetti di valore e con ricadute sociali sull’intera popolazione, i quali difficilmente potrebbero essere realizzati. La Fondazione Monte Pruno si conferma, come abbiamo sottolineato in Assemblea a maggio, la nostra struttura del bene per tutte le attività benefiche, solidali e di mutualità che mette in atto. Desidero, inoltre, esprimere il mio più sentito ringraziamento al Sindaco Pino Palmieri e all’intera amministrazione comunale di Roscigno per la collaborazione e il supporto forniti nella realizzazione del nuovo campetto di calcio a 5 in erba sintetica. Questo progetto, realizzato dalla Fondazione Monte Pruno con il contributo della Banca Monte Pruno, rappresenta un importante intervento di recupero e riqualificazione per la comunità di Roscigno e per i paesi limitrofi. Senza la loro preziosa collaborazione, questa iniziativa, che arricchirà l’intera area adiacente a Piazza Michele Albanese, non sarebbe stata possibile. L’avvio dei lavori ci riempie di orgoglio e di emozione, in quanto concretizza il nostro spirito di servizio e di sostegno al territorio. La nostra partnership con il Comune di Roscigno è un esempio di come se tutti insieme crediamo nella “rete”, che noi da anni predichiamo e riteniamo indispensabile per il miglioramento socio/economico delle nostre comunità, si possono realizzare progetti di grande valore sociale».

Continuando e parlando di futuro, il Presidente Albanese dichiara: «Il prossimo progetto che la Fondazione intende portare avanti, con l’indispensabile contributo del Sindaco Palmieri e dell’Amministrazione Comunale, la Pro Loco Roscigno Vecchia, presieduta dal suo fondatore Franco Palmieri, e le varie associazioni presenti sul territorio, è la riqualificazione di Roscigno Vecchio; progetto che riteniamo impegnativo, ambizioso e di grande valore storico e culturale. È importante, secondo noi, preservare e valorizzare i luoghi che fanno parte della nostra identità, della nostra cultura e della nostra storia. La collaborazione tra la Fondazione, l’Amministrazione Comunale, la Pro Loco e gli altri Enti preposti, quindi, è fondamentale ed indispensabile per portare avanti con successo questo progetto. Sono iniziative che contribuiscono al benessere della comunità e alla promozione del territorio, e che sicuramente saranno apprezzate da tutti coloro che conoscono e amano Roscigno vecchio. Speriamo che questo sogno possa presto diventare realtà, arricchendo ancora di più il patrimonio culturale della zona.
Step successivo sarà il completamento e l’apertura del Museo Archeologico Monte Pruno voluto dal Comune di Roscigno che insieme alla Prof. Bianca Ferrara all’Università del Studi di Napoli Federico II, ed anche il contributo della Bcc Monte Pruno, hanno costituito una scuola-scavo concedendo una rilevante occasione didattica per gli studenti del Dipartimento di Studi Umanistici che hanno creato un vero e proprio presidio di ricerca e studi per il futuro Parco Archeologico del Monte Pruno. E’ un sogno che, a tutti i costi, noi della Fondazione Monte Pruno, vogliamo realizzare
».

Leggi anche