SERIE D

Nocerina, allarme di Iovino: «C’è troppo immobilismo»

È seriamente a rischio la partecipazione del club rossonero al prossimo campionato

È un ultimo appello. Quasi disperato. Lo lancia Bruno Iovino, agli sgoccioli del suo “mandato esplorativo” per provare a garantire un futuro alla Nocerina. «Siamo ancora lontani dall’obiettivo minimo dell’iscrizione al campionato di serie D 2018/2019. Al momento, purtroppo, l’atroce verità è che si rischia seriamente di perdere il titolo sportivo e, dunque, il calcio nelle due Nocera, nell’immobilismo di chi potrebbe ma non vuole», afferma il “traghettatore” molosso in questa crisi che sembra non conoscere fine. Senza risparmiare stoccate. È la vigilia della scadenza dei termini per presentare alla Lega Nazionale Dilettanti domanda di partecipazione al prossimo torneo d’Interregionale. Occorre inviare via Pec, entro le ore 18 di domani, attestazione del bonifico di 19mila euro come tassa da versare alla Lnd, la fideiusssione di 31mila euro, la disponibilità dello stadio e il censimento dei dirigenti. Ma all’appuntamento la Nocerina potrebbe non riuscire a presentarsi. I timori, che sembravano scongiurati nei giorni scorsi dall’ottimismo che aleggiava nella città dell’Agro, sono stati rilanciati con forza proprio da Iovino, che ha ricostruito così lo stato dell’arte: «Da parte mia continua senza sosta, e su più fronti contemporaneamente, la corsa al salvataggio del club. Sto avendo tantissimi incontri con imprenditori, professionisti e tifosi. Da registrare il definitivo dietrofront di Tenore, il quale ha manifestato la sua mancanza di volontà di far parte del progetto Nocerina. Massimiliano Medugno, invece, ha garantito di voler contribuire attraverso una sponsorizzazione, senza, almeno per il momento, entrare nella società. Registrata anche la disponibilità di alcuni tifosi che vogliono contribuire a titolo personale alla causa rossonera, il loro apporto sarà fondamentale, prezioso. Ce la stiamo mettendo tutta. C’è bisogno dell’aiuto di chiunque abbia a cuore le sorti della maglia rossonera». Iovino ieri è stato anche a Roma «per verificare la possibilità di ricorrere in merito alla penalizzazione che causerà alla Nocerina un -3 in classifica ». Ma il gap per la prossima stagione, per ora, sembra l’ultimo dei problemi.