SERIE A

Napoli, Ancelotti: "Partiamo per vincere. I top-player li abbiamo in squadra"

De Laurentiis: "Jorginho al Chelsea. Non si vince solo con i nomi"

TEGOLA MERET IN RITIRO: INFORTUNIO IN ALLENAMENTO

CALCIOMERCATO: TUTTI GLI AFFARI DI OGGI

DIMARO - Senza peli sulla lingua per dire con chiarezza ai tifosi del Napoli che la stagione che è iniziata potrebbe regalare altre belle soddisfazioni. Il duo Ancelotti-De Laurentiis si sono così esibiti nella prima conferenza stampa a Dimaro sede del ritiro azzurro.

In particolare il neo tecnico azzurro ha tenuto a sottolineare: "Non sono qui per cancellare ciò che è stato fatto che è stato importante per i giocatori. Stile e filosofia resteranno gli stessi". Il tecnico azzurro si è quindi soffermato sul mercato: "La stampa parla di top player ma è importante mantenere la squadra così com'è e l'ho chiesto subito al presidente. I top player sono i giocatori per noi più bravi, non quelli che guadagnano di più. Io ho guardato molto le nuove leve e insieme alla società pensiamo di aver trovarlo i profili giusti".

ANCELOTTI: "NON C'E' SOLO LA JUVENTUS"

Sulla sfida alla Juventus campione d'Italia, Ancelotti precisa che il quadro delle pretendenti è molto più ampio: "La Juve non è il potere, ma una squadra forte, sarà un avversario fortissimo, difficilissimo, ma non c'è solo la Juve, ma anche l'Inter". Tra i pali la competizione per il ruolo da titolare sarà tra Meret e Karnzeis: "Meret è un talento, pensiamo questo, ha già fatto bene. Tecnicamente molto forte. Karnezis è esperto, lo aiuterà a crescere. Inglese ha fatto molto bene col Chievo, non è giovanissimo però ha potenzialità secondo me e Fabian è un giovane già completo, non può giocare davanti alla difesa ma gioca pure centro-destra essendo mancino. Verdi come Mertens è bravo a giocare nella trequarti, da quel punto di vista ho varie possibilità perché Callejon è formidabile da esterno, in profondità, meno tra le linee. Potrò variare l'atteggiamento tattico".

DE LAURENTIIS: "JORGINHO VA AL CHELSEA"

De Laurentiis invece dopo aver spiegato che sulla vicenda Sarri l'accordo con il Chelsea è vicino, ha poi precisato che Jorginho "avevamo chiuso la trattativa con il Manchester City 15 giorni fa, ma ora si è inserito il Chelsea che lo pagherà di più, e anche il ragazzo preferisce Londra a Manchester. Comunque l'accordo con il patron Abramovic è a prescindere dall'andata di Sarri al Chelsea".

DE LAURENTIIS E IL COLPO CAVANI

E su un possibile arrivo di Cavani tanto sponsorizzato dai tifosi partenopei? Sibillina la risposta del presidente: "Io capisco i tifosi, ma se io ho un bravo tecnico come Allegri che vince sempre come posso integrare l'interesse dei miei sostenitori che ormai sono incubati in un liquido amniotico di una crescita che ci si aspetta sempre. Questa madre Juve cosa fa, partorisce un grande nome e l'entusiasmo rinasce e fa dimenticare le difficoltà ipotetiche anche per uno come Allegri. Si sposta l'asse di un eventuale insuccesso su uno che non si può discutere. Poi è un assist anche a Marchionne, io non posso invitarlo in un film da attore, la Ferrari invece può averlo come testimonial. Le cose vanno lette".