Il calciatore "Pepe" Reina

SERIE A

Il Napoli saluta Reina e blocca Torreira

Il portiere prima sprona i compagni a non mollare e poi svolge le visite mediche con il Milan. Accordo col regista della Samp

NAPOLI - L’addio più atteso, quello ormai dato per scontato da tempo, arriva il giorno dopo il pari che segna la perdita del primo posto in classifica. Pepe Reina nella prossima stagione vestirà la maglia del Milan. Il portiere spagnolo del Napoli, protagonista già la scorsa estate di un “balletto” di mercato risolto con un nulla di fatto, subito dopo il pareggio con l’Inter ha esortato i compagni a non mollare l’obiettivo primo posto nonostante il punto di svantaggio (domani, dopo il recupero con l’Atalanta, le lunghezze di distacco potrebbero diventare quattro) dalla Juventus. «Chi non se la sente si faccia da parte», il messaggio del leader dello spogliatoio, primo firmatario del “patto per lo scudetto” sancito nel ritiro di Dimaro.

Ieri, però, Reina ha praticamente detto addio agli azzurri: il numero uno spagnolo si è fermato a Milano sostenendo alcuni controlli medici in un centro specializzato, ulteriore passo dopo l’intesa trovata con i rossoneri sulla base di un contratto biennale da circa 3 milioni di euro a stagione. Reina, adesso, attende di sapere il suo destino: possibile che lo spagnolo diventi il titolare visto che per Gianluigi Donnarumma , attuale numero uno del Milan, può passare al Psg.

Chi non lascerà Napoli, invece, è Jorginho : il regista brasiliano aspetta un cenno dalla società. «Jorginho non cerca squadre perché non vuole andare via da Napoli», le parole dell’agente del calciatore Joao Santos . Il centrocampista con ogni probabilità nella prossima stagione sarà affiancato da una pedina di valore: il Napoli, infatti, ha praticamente bloccato Lucas Torreira , motorino della Sampdoria. Il patron Aurelio De Laurentiis ha già trovato l’accordo con il collega Massimo Ferrero sulla base di 11 milioni - che, in realtà, sono 25 ma i doriani devono ancora dare agli azzurri 14 milioni per altre operazioni - ma anche con il calciatore. Operazione che, dunque, spalancherebbe le porte a una possibile cessione (anche in prestito) di Diawara.

Per il futuro, però, ci sarà tempo per pensarci. L’attualità dice che il Napoli dovrà com- piere una vera impresa per centrare lo scudetto, obiettivo che sembrava alla portata fino a pochi giorni fa. Il capitano Marek Hamsik ci crede ancora: «Siamo scesi al secondo posto ma ci sono ancora dieci giornate da qui alla fine del campionato, ci sono 30 punti in palio e tutto è possibile - sottolinea il centrocampista slovacco sul suo sito ufficiale -. Penso che contro l’Inter abbiamo fornito una bella prestazione, abbiamo fatto meglio di loro dal punto di vista del gioco, purtroppo non siamo riusciti a segnare, abbiamo sprecato delle occasioni davanti alla porta e non abbiamo centrato il nostro obiettivo che era la vittoria».