vallo della lucania 

Variante per i lavori nella piazza 

Il provvedimento approvato per eseguire opere supplementari

VALLO DELLA LUCANIA. Approvata una perizia di variante dei lavori di riqualificazione di piazza Cattedrale e vie adiacenti a Vallo della Lucania. L’intervento è in corso di esecuzione a partire dal novembre 2016, ad opera dell’Ati Schiavo Spa, la capogruppo mandataria/Same di Vincenzo Addabbo, la mandante, per l’importo netto di 518.834,03 euro.
Nel provvedimento in questione si evidenzia che sono emerse circostanze, in corso d’opera, che hanno reso opportuno eseguire alcuni lavori supplementari e redigere anche una perizia di variante tecnica al progetto esecutivo. Dagli elaborati che sono stati prodotti dalla direzione lavori, infatti, emergono dei lavori supplementari per l’importo di 60.075,57 euro oltre Iva, che trovano comunque una integrale copertura all’interno del quadro economico di spesa e quindi non comportano oneri aggiuntivi rispetto alla spesa preventivata complessivamente per la realizzazione dell’opera pubblica
In sede di esecuzione è apparsa subito «la necessità di realizzare alcuni sottoservizi e in particolare la rete gas, dunque il metanodotto, in ossequio al progetto eseguito dalla società Bonatti Spa, che è stato ordinato all’impresa di effettuarlo mediante la sola posa in opera; la rete idrica che al momento dello scavo è risultata deteriorata e quindi bisognosa di sostituzione con la collaborazione del Consac reti idriche Spa, gestore della rete, con il quale sono stati previsti anche due piccoli interventi al fine di migliorare il decoro dell’intera area interessata dai lavori».
Gli interventi in questione, che dovrebbero terminare entro qualche mese, si uniscono a quelli più ampi che hanno interessato la centralissima piazza Vittorio Emanuele II e i cui strascichi si avvertono ancora oggi, a distanza di alcuni anni, viste le ancora roventi proteste dei commercianti del centro, contrari alla istituzione della zona a traffico limitato, attivata dopo la conclusione dell’intervento.
Andrea Passaro
©RIPRODUZIONE RISERVATA.