MADONNA DEL CARMINE

«Una vergogna deviare la processione a Salerno»

Commercianti amareggiati per la decisione del parroco dell’Immacolata

SALERNO - È un risicato quadrilatero di palazzoni compreso tra via Michelangelo Schipa e via Vernieri il teatro dello scontro a distanza tra il Santuario del Carmine e la parrocchia dell’Immacolata. Al centro del contendere la processione della Madonna – considerata la patrona della città – che i francescani non vogliono attraversi le strade del quadrilatero del popoloso quartiere perché sotto la giurisdizione della parrocchia di piazza San Francesco, affidata a loro. La statua della Madonna, quindi, tirerà diritto verso via Costantino l’Africano alla volta della clinica Tortorella, bypassando via Schipa e il breve tratto di via Vernieri. La decisione, però, non è piaciuta per nulla ai residenti e ai commercianti della zona che, come ogni anno, erano pronti ad aprire i negozi per ricevere anche loro la benedizione simbolica della Madonna del Carmine. «Non comprendo le ragioni di questa decisone – spiega uno dei titolari dello storico bar Paradiso – per le persone anziane è sempre stato un momento importante, sentito anche da noi che lavoriamo. Spero che abbiano motivazioni talmente valide da poter giustificare una decisione come questa». Scelta incomprensibile anche per la signora Stefania, anche lei titolare del bar che insiste «sull’assurdità di voler eliminare una tradizione». «Già qualche anno fa – ricorda la signora – non la fecero passare, poi sono tornati indietro. Ora ci dicono che non passerà più. Non ha assolutamente senso».

Eleonora Tedesco