IN SCENA

Un viaggio negli amori difficili 

Flavia D’Aiello rilegge il testo di Calvino in una inedita performance teatrale

SALERNO . “Ci sono quelli che si condannano al grigiore della vita più mediocre perché hanno avuto un dolore, una sfortuna; ma ci sono anche quelli che lo fanno perché hanno avuto più fortuna di quella che si sentivano di reggere”. E’ una citazione de “Gli amori difficili” di Italo Calvino, il testo letterario cui Flavia D’Aiello si è liberamente ispirata per mettere in scena un viaggio nei rapporti interpersonali, tra le inquietudini e le incomprensioni del rapporto di coppia. Sono appunto “Gli amori difficili”, quelli che l’attrice salernitana porterà in scena domani sera alle 21, presso il ristorante gourmet “L’Isola che non c’è” a Torrione. La rilettura in chiave teatrale del testo di Calvino è un viaggio nelle difficoltà delle relazioni uomo-donna. Un viaggio che affronta il desiderio, il senso di colpa, l’ansia, il sapore esaltante di un’avventura, il ragionamento, il dualismo affannoso, tutte le sensazioni e gli stati d’animo che determinano quell’incertezza che è la base sulla quale si salda ogni rapporto umano.
Si tratta di quattro storie d’amore, tutte diverse, che ripropongono dinamiche complesse per quanto riproducibili nelle situazioni di ogni giorno in cui si esplicano, incarnandosi di volta in volta negli specifici e particolarissimi vissuti personali e di coppia.
Lo spettacolo, calato nel sipario di una cena tutta da gustare a base di specialità del nostro sud con la cucina dello chef Pietro Rispoli, ha debuttato a Sant’Apollonia in occasione di San Valentino, nell’ambito di un evento promosso dalla Fondazione Alfonso Gatto: «Quello di Flavia D’Aiello – spiega Filippo Trotta, presidente della Fondazione – è un lavoro teatrale che abbiamo già avuto modo di apprezzare e vorremo ora proporlo ad un pubblico più ampio, sperimentando anche una contaminazione tra i saperi ed i sapori». Le storie scelte dall’attrice sono declinate al femminile e «provano ad offrire – precisa D’Aiello - uno spaccato delle inquietudini e delle incomunicabilità di oggi. Mi sono ispirata al capolavoro di Calvino per mettere insieme queste quattro vicende che indagano il complesso sentimento dell’amore». I quattro rapporti di coppia sono intervallati dalle canzoni e dalla musica con la cantautrice Sara Volpe.
Paolo Romano
©RIPRODUZIONE RISERVATA .