Il progetto 

Un cimitero per gli animali d’affezione

CAPACCIO PAESTUM. L’amministrazione comunale vicina agli animali da compagnia e ai loro padroni. Oltre a risolvere il fenomeno del randagismo, pur rispettando le condizioni di benessere degli animali,...

CAPACCIO PAESTUM. L’amministrazione comunale vicina agli animali da compagnia e ai loro padroni. Oltre a risolvere il fenomeno del randagismo, pur rispettando le condizioni di benessere degli animali, l’intento del Comune capaccese è anche quello di realizzare un cimitero per gli animali d’affezione, come cani e gatti, idoneo a garantire la tutela dell’igiene pubblica, della salute della comunità, degli animali e dell’ambiente.
«C’è una richiesta sempre più crescente della cittadinanza sul desiderio di dare una degna sepoltura anche al proprio animale di compagnia. Così come è previsto - afferma il sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo - anche dalla legge regionale in materia, stiamo verificando insieme al nostro ufficio di Pianificazione la possibilità di individuare un’area dove anche i nostri amici animali possano riposare eternamente».
Proprio per la richiesta crescente in Italia, i cimiteri privati e convenzionati che accolgono i resti di animali da compagnia, in particolare cani e gatti, ma pure conigli, tartarughe, uccellini, criceti, cavie e, eccezionalmente, anche esemplari di altri specie, da un leone a un alpaca. I servizi offerti comprendono ovunque bara, sepoltura e lapide. In alcuni camposanti per quattro zampe e pennuti si provvede anche alla cremazione, alla fornitura delle urne e alla dispersione delle ceneri. Per Capaccio Paestum la giunta comunale ha già approvato una delibera di indirizzo (419 del 16/11/2017), ha dato mandato all’Area III di “Pianificazione territoriale e progetti strategici”, diretta dal responsabile Rodolfo Sabelli, di individuare un’area idonea per realizzare un cimitero per animali d’affezione e redigere un progetto di fattibilità. Un progetto che sicuramente farà piacere a tutti coloro che amano i propri animali.