Trasloca la sezione Lavoro, niente udienze 

Oggi il via al trasferimento di arredi e fascicoli. Le attività riprenderanno dopo il 10 settembre

Anche la sezione Lavoro del Tribunale trasloca nella cittadella giudiziaria. Le operazioni prendono il via oggi, dureranno per circa un mese e comporteranno per l’intero periodo la sospensione delle udienze e la chiusura al pubblico del front office dedicato al settore nel Palazzo di giustizia di corso Garibaldi. Per la ricezione telematica degli atti (sia introduttivi che endoprocedimentali) sarà attivo un presidio con idonee postazioni; per tornare un aula se ne riparlerà invece a settembre, quando il trasferimento nei nuovi uffici sarà concluso e sarà trascorso anche il periodo feriale, in cui le udienze ordinarie sono sospese.
Un decreto firmato dal presidente del Tribunale, Giovanni Pentagallo, ha disposto che in conseguenza del trasloco l’attività di udienza sul ruolo della sezione lavoro è sospesa da oggi al 20 luglio, tempo necessario per ultimare uno spostamento che impegnerà non solo la ditta aggiudicataria dell’appalto ma anche il personale amministrativo del Tribunale, a cui spetterà vigilare sulla risistemazione dei fascicoli nei nuovi locali. In realtà le udienze non riprenderanno prima della metà di settembre. Dal 27 luglio al 2 settembre c’è infatti il periodo feriale, e un altro decreto prevede che anche nelle settimane dal 20 al 26 luglio e dal 3 al 10 settembre non siano fissate udienze ordinarie.
Per giudici e avvocati del lavoro le attività riprenderanno in nuovi spazi, non più al piano terra del vecchio palazzo di giustizia ma nella palazzina B della cittadella di via Dalmazia, dove già si sono trasferiti gli uffici della sezione fallimentare e quelli dell’esecuzione. Per agevolare gli spostamenti degli avvocati, che per le altre udienze civili utilizzano ancora i locali della scuola Vicinanza, il Consiglio dell’Ordine ha attivato una navetta gratuita. Anche questo servizio, però, è adesso sospeso. (c.d.m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA