LA DENUNCIA

Stazione di Salerno: il Codacons diffida Comune, Prefettura e Trenitalia

Nel mirino la piattaforma del binario 1 non a norma

SALERNO - Diviene davvero difficile salire e scendere dai treni Frecciarossa di Trenitalia al binario 1 della stazione ferroviaria di Salerno. La denuncia è stata messa nera su bianco dall'avvocato Matteo Marchetti vicesegretario nazionale del Codacons: "Da un'attenta verifica abbiamo rilevato che effettivamente la banchina della stazione ferroviaria di Salerno non rispetta le più elementari normative in materia di progettazione e gli standard minimi di sicurezza e che tale situazione di pericolo attenta continuamente la pubblica incolumità delle migliaia di utenti che affollano detta stazione, soprattutto nei periodi di più intensa affluenza turistica”.

Secondo l'associazione dei consumatori "...costituisce pericolo per la sicurezza dei pubblici trasporti ex art. 432 c.p. oltre che per l’incolumità pubblica, senza tener conto che il decreto legislativo recante la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del Regolamento (CE) n.1371/2007 relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario stabilisce all’art.17 che le imprese ferroviarie, i gestori delle infrastrutture e i gestori delle stazioni devono adottare le misure idonee, stabilite di concerto con le autorità pubbliche, allo scopo di assicurare la sicurezza personale dei passeggeri come prescritto dall’articolo 26 di detto regolamento”.

Quindi il Codacons, attraverso l’avvocato Marchetti, ha diffidato il Comune, il Prefetto e Trenitalia perchè venga eliminata tale situazione di pericolo, nell’immediato ponendovi rimedio con pedane mobili e successivamente di predisporre un piano di adeguamento della banchina ferroviaria del binario 1 alla normativa vigente.