L'INTERVENTO

Sezze, bambino di 18 mesi ingoia pezzo di plastica: salvato da una crocerossina

La volontaria era ad una cena tra amici, quando all’improvviso l’imprevisto

SEZZE - Un bambino di appena 18 mesi rischiava di soffocare per aver ingerito un pezzo di una busta di plastica. Il bambino però è stato fortunato: a quella cena era presente una volontaria della Croce Rossa di Nepi, che è riuscita a salvargli la vita mettendo in atto le manovre di disostruzione delle vie aeree. È successo ieri a Sezze, in provincia di Latina.

La volontaria eroina era ad una cena tra amici, quando all’improvviso l’imprevisto. Una situazione che è apparsa subito critica: i genitori del bimbo avevano capito che il piccolo stava respirando a fatica. Il primo pensiero è stato quello giusto, poteva cioè aver ingoiato qualcosa di pericoloso. E così la volontaria della Cri di Nepi, intuendo subito quello che rischiava il piccolo, lo ha preso in braccio e senza pensarci tanto ha applicato le manovre di disostruzione delle vie aree pediatriche. Una volta liberate, hanno visto che si trattava di un pezzo di busta di plastica, che senza il suo intervento sarebbe potuto risultare fatale.