IL FATTO

Sbarco migranti a Salerno, approdata la nave al porto

Il Prefetto Malfi: "A bordo 26 donne morte". In Questura per un controllo 5 nordafricani

GUARDA IL VIDEO

SALERNO - È sbarcata alle 9 e 10 la nave Cantabria, l'imbarcazione battente bandiera spagnola che ha trasportato al porto commerciale le salme di 26 donne decedute durante alcuni viaggi della speranza nel Mediterraneo. Il 22esimo sbarco a Salerno è il più triste della storia dell'accoglienza nella città d'Arechi: sono 401 i migranti che sono giunti al molo 3 gennaio, la macchina organizzativa per lo spostamento nei centri d'accoglienza di tutto il territorio è stata già definita, così come la destinazione delle salme che saranno seppellite in diversi comuni del Salernitano dopo gli esami del pool di tecnici nominati dalla Procura di Salerno.

leggi anche: Sbarco migranti a Salerno, Boldrini: "Dolore e sgomento per la nuova tragedia" Il presidente della Camera: "Il problema va risolto all'origine"

LE PAROLE DEL PREFETTO MALFI

"Le salme di 26 donne sono state recuperate tutte morte in mare. Il dispiacere è di non essere riusciti a prenderle in tempo. E' una nave che sarà più complicata sia per i tempi che sotto l'aspetto morale ed etico, ovviamente siamo ancor di più stretti nella collaborazione perché sono 26 omicidi del mare. Grazie alla disponibilità completa del Comune di Salerno, della protezione di civile e di tutti i volontari abbiamo già i posti dove poterli accogliere e dove seppellire le donne decedute. È una gestione difficile perché siamo in un porto commerciale, le persone devono lavorare e cercheremo di farlo con efficienza in modo da liberare appena possibile la banchina perché c'è un'attività commerciale che deve andare avanti", ha detto il Prefetto Salavatore Malfi. 

leggi anche: Sbarco migranti a Salerno, Salvini su Twitter: "Sangue sulla coscienza dei buonisti" Il leader della Lega Nord all'attacco del Governo

Lo stesso ha poi aggiunto: "Dell'ipotesi di strage dolosa di genere se ne occuperà la procura ma come prefetto non posso che prendere atto del fatto che è sicuramente una strage. C'è un pericolo di strage continuativa di popoli". 

leggi anche: Sbarco migranti a Salerno, Lega Nord e Fratelli d'Italia contro il Governo La richiesta al ministro Minniti è di bloccare le partenze

I NUMERI UFFICIALI DELLO SBARCO

Sulla nave c'erano 259 uomini, 116 donne, di cui nove incinte, 21 bambini di età inferiore ai 9 anni, cinque, tra i 9 e i 15 e 26 adolescenti con più di 15 anni. In Campania ne resteranno 72; gli altri andranno in Lombardia (80), nel Lazio (30), in Emilia Romagna (50), in Piemonte (50), in Veneto (40), in Puglia (40) e in Toscana (40).

leggi anche: Sbarco migranti, Gasparri su Twitter: "Il Pd li fa arrivare a Salerno e non in Sicilia" Il vicepresidente del Senato: "E' stato un calcolo politico"

CHI SONO LE DONNE MORTE

Arrivano principalmente dalla Nigeria (e poi , tra l'altro, da Libia, Senegal, Ghana, Gambia, Guinea, Sudan, Palestina), i 401 migranti sbarcati questa mattina. Hanno atteso alcune ore prima di poter scendere dalla nave spagnola Cantabria che li ha recuperati nel corso di alcuni interventi in acque internazionali. E' stato necessario, infatti, portare a terra prima i corpi di ventisei donne, tutte giovanissime tra i 14 e i 18 anni, di nazionalità presumibilmente nigeriana, recuperate già morte in mare.

CONTROLLI SU 5 NORDAFRICANI

Nella giornata di oggi, tra l'altro, cinque nordafricani sono stati condotti in Questura per un controllo; su eventuali scafisti a bordo, al momento, non vi sono notizie.