Padula 

Saranno restituite alla diocesi le opere rubate nelle chiese

PADULA. I tesori rubati dalle chiese del Vallo di Diano saranno restituiti alla diocesi di Teggiano-Policastro. Si tratta di opere del valore stimato in circa 200mila euro e recuperate dai...

PADULA. I tesori rubati dalle chiese del Vallo di Diano saranno restituiti alla diocesi di Teggiano-Policastro. Si tratta di opere del valore stimato in circa 200mila euro e recuperate dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale con il supporto dei militari della compagnia di Sala Consilina, guidata dal capitano Davide Acquaviva.
I fedeli potranno di nuovo ammirare la “Tela con santi” trafugata a San Pietro al Tanagro negli anni Novanta. Poi, le lastre in marmo di Carrara dell’altare maggiore di fine diciottesimo secolo e dell’altare di San Biagio di metà diciottesimo secolo, sottratte dalla chiesa di Santa Maria Maggiore di Atena Lucana. Infine, saranno riconsegnate al vescovo di Teggiano, monsignor Antonio De Luca, due opere del diciottesimo secolo: un bambinello in legno scolpito e dipinto e un turibolo in argento sbalzato e cesellato, entrambi rubati l’anno scorso dalla chiesa di San Pietro Apostolo di Sala Consilina.
Giovedì prossimo, nel refettorio della Certosa, si terrà la cerimonia di restituzione, alla presenza del comandante dei carabinieri tutela patrimonio, il generale Fabrizio Parrulli.(e. c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.