MADONNA DEL CARMINE

Salerno, dai frati francescani veti alla processione

Per volere del parroco della chiesa dell’Immacolata il corteo religioso non passerà da via Vernieri e via Schipa

SALERNO - È tutto pronto nel quartiere Carmine per i festeggiamenti della Madonna del Carmine. A pochi giorni dal triduo di festeggiamenti, previsti dal 13 al 15 luglio, c’è grande attesa per una delle celebrazioni storiche della città di Salerno che richiama, da sempre, migliaia di fedeli. Ma non mancano le polemiche che fanno da preambolo all’avvio della santa festività «Il percorso della processione – spiega Paolo Califano , priore della Confraternita Maria SS del Carmine – è quello classico ma quest’anno c’è una variazione in corso d’opera che, ci tengo a sottolineare, non dipende da noi. Essendo il santuario sotto la giurisdizione della parrocchia Maria SS Immacolata, è stato deciso dal parroco che la processione non dovrà attraversare né via Vernieri e né via Michelangelo Schipa. Da via Pio XI, quindi, si proseguirà verso via Costantino l’Africano dove c'è la clinica Tortorella con una sosta simbolica nei pressi di un luogo, spesso di sofferenza, che la Vergine Maria è chiamata ad alleviare con l’intercessione delle nostre preghiere ». C'è rammarico tra i fedeli che attendono ogni anno, con fervore, la celebrazione della festività della Madonna del Carmine. «Con spirito di obbedienza – dice il priore Califano – altro non possiamo fare che obbedire a quanto ci è stato imposto. Ci dispiace sicuramente per i tanti fedeli, che abitano in zona, che attendono questo giorno dell’anno per festeggiare con gioia cristiana la Madonna del Carmelo».

Carla Polverino