Il CASO

Rifiuti, il sindaco diffida Consorzio e Salerno Pulita 

Pressing del Comune per garantire il passaggio di cantiere di 95 addetti

SALERNO. Arrivare in tempi rapidissimi alla creazione di un soggetto unico, «per avere una città pulita, soddisfare le esigenze dei cittadini e poter addebitare, in caso di mancanze, le responsabilità reali, senza una frantumazione di ruoli ed una sovrapposizione di competenze». Lo hanno ribadito, ieri mattina, i delegati della Fp Cgil Angelo De Angelis ed Erasmo Venosi, nel corso di un incontro con il sindaco Vincenzo Napoli, l’assessore Roberto De Luca, il segretario generale Ornella Menna, l’amministratore unico di Salerno Pulita Raffaele Fiorillo ed una delegazione di 130 lavoratori interinali. Il primo cittadino non ha perso tempo e nella giornata di ieri ha inviato una diffida ai vertici del Consorzio di Bacino Salerno 2 e di Salerno Pulita «affinchè, ognuno per la sua parte di competenza, dia concreta attuazione alle procedure per il trasferimento del personale del Bacino alla società partecipata dal Comune».
©RIPRODUZIONE RISERVATA