Un'immagine del video che incastra i trasgressori

I CONTROLLI

Rifiuti abbandonati, raffica di multe a Castel San Giorgio

Cinquanta i verbali elevate nelle ultime settimane

CASTEL SAN GIORGIO - Secondo il comandante della Polizia Locale di Castel San Giorgio, Marco Inverso, sarebbero già stati accertati, constatati e in parte già riscossi “ben 50 verbali (il cui importo varia tra i 100 ed i 500 euro) elevati dal sistema di videosorveglianza comunale. Il comandante Inverso aggiunge poi che “sono in atto ulteriori accertamenti sugli ultimi filmati depositati presso gli uffici della Polizia Locale che, per alcuni punti dell’abitato di Castel San Giorgio, immortalano, ancora, le pessime condotte di alcuni automobilisti che, incuranti del pubblico decoro e delle basilari norme di civile convivenza, scaricano ogni tipo di materiale sia in cassonetti, sia ai bordi e sui cigli stradali di vie e contrade. Quindi un’azione importante e comunque di massima cura del territorio che, probabilmente, è bene diffondere ancor più al fine di tentare di frenare quanto oramai noto e visibile in alcuni punti del territorio”.

Rifiuti in strada, raffica di multe a Castel San Giorgio
CASTEL SAN GIORGIO - Secondo il comandante della Polizia Locale di Castel San Giorgio, Marco Inverso, sarebbero già stati accertati, constatati e in parte già riscossi “ben 50 verbali (il cui importo varia tra i 100 ed i 500 euro) elevati dal sistema di videosorveglianza comunale. Il comandante Inverso aggiunge poi che “sono in atto ulteriori accertamenti sugli ultimi filmati depositati presso gli uffici della Polizia Locale che, per alcuni punti dell’abitato di Castel San Giorgio, immortalano, ancora, le pessime condotte di alcuni automobilisti che, incuranti del pubblico decoro e delle basilari norme di civile convivenza, scaricano ogni tipo di materiale sia in cassonetti, sia ai bordi e sui cigli stradali di vie e contrade. Quindi un’azione importante e comunque di massima cura del territorio che, probabilmente, è bene diffondere ancor più al fine di tentare di frenare quanto oramai noto e visibile in alcuni punti del territorio”. Sulla base del materiale video e fotografico esaminato, la polizia locale deduce che “la maggior parte dell’illegale conferimento avviene nel primo pomeriggio ed in prima serata con abitudini da parte dei soggetti fotografati, molto ripetitivi; uomini e donne si pareggiano; nulla frena il conferimento di materiali di risulta, neanche la vicinanza di affollati esercizi commerciali o di genitori in attesa dei propri figli davanti i cancelli di istituti scolastici locali”. Inverso in conclusione auspica “che gli accertamenti abbiano preminente scopo preventivo”. Ma le dimensioni del fenomeno, bisogna aggiungere, rilevano che per lungo tempo è mancata l’azione repressiva. Se compiere illeciti ambientali è gratis, è chiaro che i comportamenti trasgressivi diventano seriali. Le telecamere sono lì apposta. Parole di apprezzamento sono arrivate anche dalla sindaca Paola Lanzara: "Non ci sarà alcuna tolleranza da parte della mia Amministrazione, nei confronti dei cittadini che con i loro comportamenti deturpano il territorio e creano situazioni di potenziale pericolo per la salubrità di tutti i cittadini, chiederò al comandante Inverso di intensificare ulteriormente le attività di controllo, al momento posso dirmi soddisfatta del lavoro che si sta portando avanti con ottimi risultati e sempre al servizio della cittadinanza".

Sulla base del materiale video e fotografico esaminato, la polizia locale deduce che “la maggior parte dell’illegale conferimento avviene nel primo pomeriggio ed in prima serata con abitudini da parte dei soggetti fotografati, molto ripetitivi; uomini e donne si pareggiano; nulla frena il conferimento di materiali di risulta, neanche la vicinanza di affollati esercizi commerciali o di genitori in attesa dei propri figli davanti i cancelli di istituti scolastici locali”. Inverso in conclusione auspica “che gli accertamenti abbiano preminente scopo preventivo”.

Ma le dimensioni del fenomeno, bisogna aggiungere, rilevano che per lungo tempo è mancata l’azione repressiva. Se compiere illeciti ambientali è gratis, è chiaro che i comportamenti trasgressivi diventano seriali. Le telecamere sono lì apposta.

Parole di apprezzamento sono arrivate anche dalla sindaca Paola Lanzara: "Non ci sarà alcuna tolleranza da parte della mia Amministrazione, nei confronti dei cittadini che con i loro comportamenti deturpano il territorio e creano situazioni di potenziale pericolo per la salubrità di tutti i cittadini, chiederò al comandante Inverso di intensificare ulteriormente le attività di controllo, al momento posso dirmi soddisfatta del lavoro che si sta portando avanti con ottimi risultati e sempre al servizio della cittadinanza".