Rifiuti, a Ciorani scatta l’allarme ambientale 

I residenti lamentano la presenza di materiale di ogni genere nei pressi delle vasche di laminazione

MERCATO SAN SEVERINO. È allarme ambientale a Ciorani, frazione di Mercato San Severino, dove i residenti locali hanno segnalato la presenza di una discarica a cielo aperto nei pressi delle vasche di laminazione. L’impianto è stato realizzato con la funzione di contenere il flusso delle acque piovane nel momento in cui si verificano cattive condizioni meteorologiche, accompagnate da fenomeni temporaleschi e nubifragi, evitando che possa determinarsi il rischio di discesa a valle dei detriti provenienti dalla montagna.
Il deposito indiscriminato di materiale di ogni genere offre un’immagine deturpata di tutto l’ambiente circostante, consegnando di fatto uno scenario indegno per il verde e la vegetazione che fanno da cornice all’intera vallata.
Sul posto sono stati rinvenuti materiali di risulta e scarti provenienti dai cantieri edili. E ancora, cilindri in cemento, schermi di computer, abiti, lenzuola e rifiuti sparsi lungo i viali alberati. Lo sversamento illecito di questi rifiuti costituisce anche un pericolo per la stessa efficienza delle vasche, col rischio che questo materiale possa depositarsi in prossimità dell’impianto impedendo che possa agire secondo le funzioni per cui sono state progettate.
La collocazione periferica di questa discarica a cielo aperto, ovviamente, rende complicata anche l’individuazione dei soggetti che si sono resi responsabili di questo scempio ambientale. Sulla zona, infatti, proprio perché situata fuori dal centro abitato, non sono stati installati sistemi di videosorveglianza pubblica in grado di tenere sotto controllo eventuali movimenti sospetti da parte di ignoti, che in questo modo hanno potuto agire indisturbati nel compimento dell’azione scellerata.
Già nel corso della scorsa estate, i residenti locali avevano segnalato la presenza di questa discarica, le cui proporzioni sembrano essersi ampliate. Ma finora sembrerebbe che nulla sia stato fatto per rimuovere i rifiuti che sono stati depositati. Altri sversamenti sono stati segnalati presso il Parco San Bartolomeo, in località Carifi, dove i sacchetti dell'immondizia vengono spesso abbandonati accanto al parcheggio pubblico. (m. r.)