I CONTROLLI

Racket della sosta a Salerno, nuovo blitz anti abusivi

La Procura non ha mai spento i riflettori sul fenomeno

SALERNO - Nuovo giro di vite sul racket della sosta. Dopo gli arresti dello scorso luglio (ventisette ai domiciliari e otto in carcere) la Procura non ha mai spento i riflettori sul fenomeno dei parcheggiatori abusivi, e nella giornata di ieri una nuova operazione dei carabinieri si è svolta a tappeto in tutte le zone della città. I controlli si sono susseguiti per l’intera giornata, e secondo le indiscrezioni avrebbero riguardato sia persone già coinvolte nell’inchiesta di luglio che altre che nel corso di questi mesi hanno occupato le zone lasciate scoperte dagli arresti. Attimi di tensione si sono registrati nei pressi della casa di cura “Villa del Sole”, nel rione Petrosino, dove nel pomeriggio di lunedì due posteggiatori avrebbero litigato per la spartizione delle aree e dove ieri mattina i carabinieri della Compagnia, coordinati dal maggiore Pier Paolo Rubbo, sono intervenuti di nuovo, portando via un abusivo. Secondo le testimonianze qualcuno avrebbe cercato di difenderlo, provando persino a farlo scendere dall’auto dei militari, che però è partita in direzione della caserma.