IL RECUPERO

Presepi, trovati 250 pastori rubati in abitazioni private e chiese

I sequestri delle opere a carico di oltre 20 persone anche del Salernitano

NAPOLI - Oltre 250 pastori del presepe napoletano del '700, per un valore di 2 milioni di euro, rubati in abitazioni private e chiese, sono stati recuperati dai carabinieri del comando tutela patrimonio culturale.

Il recupero dei pastori, tutti autentici e realizzati secondo le antiche tradizioni dell'arte presepiale napoletana, famosa in tutto il mondo, è il risultato degli approfondimenti investigativi, nell'ambito di un'indagine su furti, commessi in danno di luoghi di culto e istituti religiosi, avvenuti in Comuni ubicati tra l'alto casertano e la provincia di Isernia.

I sequestri delle opere sono avvenuti a carico di oltre 20 persone, residenti sull'intero territorio nazionale (Salerno, Bergamo, Brescia, Reggio Calabria e diversi comuni dell'hinterland napoletano), raggiunte da informazioni di garanzia per il reato di ricettazione.