IL CASO

Portici, accoltellano un commerciante dopo una lite: arrestati padre e figlio

Sono ritenuti responsabili di lesioni personali aggravate

PORTICI - I carabinieri di Portici hanno arrestato padre e figlio ritenuti responsabili di avere accoltellato un loro collega commerciante durante una lite per futili motivi. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli a carico un 54enne e di un 20enne, padre e figlio, entrambi commercianti di biancheria, residenti a San Giorgio a Cremano e già noti alle forze dell'ordine, ritenuti responsabili di lesioni personali aggravate e di porto e detenzione illegale di arma bianca.

Nel corso di indagini coordinate dalla procura di Napoli i militari dell'arma hanno accertato - anche grazie a immagini di videosorveglianza - che nella tarda serata del 10 ottobre scorso, a Portici, al culmine di una lite verosimilmente scoppiata dopo una serie di sfottò reciproci, avevano aggredito un commerciante 35enne accoltellandolo a un fianco e procurandogli lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.