STALKING

Nocera Superiore, minacce alla ex chiesto il rinvio a giudizio 

L’uomo non si era rassegnato alla fine del rapporto e perseguitava la donna

NOCERA SUPERIORE . Faceva quotidianamente appostamenti, telefonate e pedinamenti per controllare gli spostamenti della ex fidanzata, la quale aveva interrotto il rapporto sentimentale con lui.
Non si rassegnava e lei sopportava e poi reagiva fino ad ammalarsi, con forti problemi di ansia legati alla personalità dell’uomo. Per lui ora la procura, partendo dai racconti forniti dalla vittima ai carabinieri, ha formulato richiesta di processo, rimettendo insieme i numerosi elementi a carico e le denunce sporte dalla donna, con ulteriori elementi a supporto della vicenda, completando un quadro probatorio che sarà sottoposto all’attenzione del giudice per le indagini preliminari.
Tutto si svolge fino al ventidue maggio 2017, con un iter rapido legato all’aggravarsi della situazione, conferme dei familiari della vittima e una ricostruzione della lunga relazione, cominciata nel 2007 in maniera normale, e poi involuta in una esasperazione di gelosia e violenza, con divieti imposti di frequentare amici e amiche, sfuriate e proibizioni. Nel 2015, stando agli atti a disposizione dell’ufficio inquirente, partivano decine di telefonate e messaggi al giorno, con lei ammalata e bisognosa di cure che non riusciva a farlo smettere. Poi arrivavano i pedinamenti e il proseguire delle persecuzioni, con la donna in cerca di tranquillità a fronte di ulteriori controlli sanitari.
Il 58enne ora finito sotto accusa, raggiunto da una richiesta di rinvio a giudizio, è ritenuto responsabile del continuato comportamento persecutorio portato avanti nei confronti della sua ex. Per lei contava la decisione di rompere la storia, di chiudere e voltare pagina di fronte agli impedimenti posti dal suo uomo: niente rapporti, niente contatti con amici o amiche.
Da qui c’è stato il tentativo di cambiare, ma lui si è opposto, fino a comparire di sera e di notte nei pressi di casa sua, sui luoghi di frequentazione e di lavoro, seguendo i suoi passi e facendosi trovare ovunque. È chiamato a rispondere di stalking.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.